163 sostanze, alcune vietate, nel corpo future mamme

Nella quasi totalità (dal 99 al 100%) delle 268 donne americane incinte esaminate fra il 2003 e il 2004 nel corso di una ricerca condotta dall’University of California di San Francisco, sono state trovate tracce di bifenili policllorurati, pesticidi organoclorurati (come il Ddt) e Pfc, i composti perfluorinati presenti nel teflon che riveste le padelle antiaderenti; e poi ftalati che sono usati nella produzione di materie plastiche, perclorato e Ipa, gli idrocarburi policiclici aromatici. Fra le sostanze identificate dai ricercatori ce ne sono anche alcune vietate, come gli eteri di difenile polibromurato (Pbde) che vengono usati come ritardanti di fiamma e come il Bpa, bisfenolo A, trovato nel 98% delle donne, che è usato per rivestire l’interno delle lattine di metallo per alimenti e per produrre la plastica, ed  è risultato legato a problemi dello sviluppo cerebrale e a un aumento della predisposizione al cancro in caso di esposizione prima della nascita. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives.

 

 
Fonte: 18 gennaio 2011, Sanità News ISSehp03.niehs.nih.gov

Potrebbero interessarti

  • 31 maggio 2017I rischi del fumoIl fumo è considerato il principale fattore di rischio per le patologie respiratorie, malattie cardiovascolari, tumori al polmone, al cavo orale, laringe e diversi tipi di neoplasie. Il fumo, attivo o passivo, produce nell’organismo diversi effetti dannosi, tra cui un maggior rischio di diabete di tipo 2. Posted in Fumo
  • 31 marzo 2017Promuovere il Patient Engagement nella gestione della cronicità: raccomandazioni per la praticaMercoledì 5 aprile 2017, all’Università Cattolica in largo Gemelli, Milano ricercatori, rappresentanti del mondo clinico, delle associazioni di pazienti e di volontariato e della politica si confronteranno nella Prima Conferenza di Consenso Italiana sul Patient Engagement (CCIPE) in ambito clinico-assistenziale per le malattie croniche, tra cui il diabete. Posted in Linee guida
  • 13 giugno 2017Primi caldi: un vademecum per contrastare il colpo di caloreDurante le giornate afose, in luoghi dove il caldo e l’umidità raggiungono livelli critici, aumentano le probabilità di andare incontro ad un colpo di calore. Vediamone sintomi, primo soccorso e prevenzione. Posted in Viaggi e vacanze