Consigliata una visita dall’epatologo per 1 persona con diabete tipo 2 su 5

Consigliata una visita dall’epatologo per 1 persona con diabete tipo 2 su 5

Molte persone con diabete di tipo 2 soffrono anche del cosiddetto ‘fegato grasso’ (steatosi epatica non alcolica) che nelle forme più gravi può evolvere fino alla cirrosi epatica. Secondo i criteri indicati nelle nuove linee guida di tre società scientifiche europee (EASD/EASL/EASO) è possibile definire un profilo di ‘rischio-fegato’, attraverso dei calcolatori di rischio che si basano su esami del sangue di routine, per individuare tra le persone con diabete quelle a maggior ‘rischio-fegato’, da inviare allo specialista epatologo per un’approfondita valutazione. Secondo una delle ricerche presentate dai giovani soci SID, Società Italiana di Diabetologia, al 55° congresso annuale dell’EASD, Barcellona 16-20 settembre 2019, potrebbero essere dal 13 al 28 per cento delle persone che afferiscono ad un ambulatorio di diabetologia.

Continua a leggere

Diabete tipo 2: fattori di rischio e diagnosi precoce

Diabete tipo 2: fattori di rischio e diagnosi precoce

L’importanza di un precoce riconoscimento e trattamento del diabete tipo 2 (DT2) è supportata dall’osservazione che il DT2 clinicamente manifesto è preceduto da una lunga fase senza sintomi, in cui si instaura il danno a carico dei tessuti bersaglio, con conseguente comparsa delle complicanze del diabete già al momento della diagnosi. L’efficacia di una precoce identificazione del diabete o delle condizioni di “disglicemia” (alterata glicemia a digiuno, ridotta tolleranza al glucosio e livelli di emoglobina glicata ai limiti alti) attraverso un test di screening di massa dei soggetti asintomatici non è stata però provata in modo definitivo.

Continua a leggere

Diabete tipo 2: fattori di rischio e diagnosi precoce

Diagnosi precoce

Una diagnosi precoce è determinante per instaurare un corretto piano di controllo del diabete e di prevenzione delle complicanze a lungo termine che rappresentano il vero pericolo del diabete.

Continua a leggere