Achantosis Nigricans: cause, manifestazioni e cura

Achantosis Nigricans: cause, manifestazioni e cura

 

L’Acanthosis nigritans si presenta in oltre il 74% dei diabetici adulti obesi e può essere predittivo dell’esistenza di iperinsulinemia. La sua manifestazione rappresenta un indicatore prognostico per lo sviluppo di diabete di tipo 2 (DMT2).

 

Cause ed incidenza

Secondo gli studi più recenti esiste anche una possibile predisposizione genetica o un aumento della sensibilità cutanea all’iperinsulinemia in gruppi etnici differenti.
Si pensa che l’ Acanthosis nigritans evolva da un complesso meccanismo che determina un’interazione tra l’eccesso di insulina e il recettore dell’IGF-1 (insulin-like growth factor-1) presente su alcune cellule cutanee come cheratinociti e fibroblasti. Questa interazione stimola la proliferazione delle cellule dell’ epidermiche, con conseguente ispessimento della stessa.

 

Come si presenta


L’Acanthosis nigritans è un ispessimento iperpigmentato che si localizza preferibilmente alla nuca, zone laterali del collo, ascelle, mento, tasche cutanee e aree di ipercheratosi.

L’Acanthosis nigritans (AN) si associa spesso a: ereditarietà, obesità, disordini endocrini, terapie con alcuni farmaci, insorgenza di tumori maligni. Il cosiddetto AN di tipo 2 è associato al diabete di tipo 2 e lo pseudo-AN di tipo 3 è associato alla sindrome metabolica. L’AN di tipo 2 ha un’insorgenza insidiosa e si presenta inizialmente come un’iperpigmentazione cutanea. Entrambe le forme presentano insulinoresistenza.
Alcuni studi hanno documentato che i bambini con AN ed età dagli 8 ai 14 anni hanno insulinoresistenza e il 25% ha disturbi del metabolismo dello zucchero.

Dal punto di vista microscopico, l’acanthosis nigritans si presenta con papillomatosi (presenza di numerosi papillomi, tumori benigni derivati dalla proliferazione esuberante dell’epitelio di rivestimento della cute) e ipercheratosi (aumento dello spessore cutaneo, dovuto a un incremento dello spessore dello strato corneo dell’epidermide).

 

Come si cura

La terapia migliore dell’acanthosis nigritans consiste nel trattamento delle cause sottostanti: obesità e iperinsulinemia. In genere una significativa perdita di peso risolve sia la forma di tipo 2 che quella di tipo 3 (pseudo-AN tipo 3). Farmaci retinoidi per via generale o locale possono essere talvolta indicati dal dermatologo come sintomatici. Agenti esfolianti, come urea o ammonio lattato e sostanze depigmentanti possono essere talvolta di qualche beneficio.

 

 

Fonti
– Duff M et al – Cutaneous manifestations of diabetes mellitus. Clinical Diabetes Journals Org 2015; 33 (1): 40-8
– Piérard GE et al – The skin landscape in diabetes mellitus. Focus on dermocosmetic Management. Clinical, Cosmetic and Investigational Dermatology 2013:6 127–135
– Levy L,  Zeichner JA – Dermatologic manifestation of diabetes. Journal of Diabetes 4 (2012) 68–76

 

Potrebbero interessarti

  • 18 gennaio 2017La dermopatia diabetica (“shin spots”): che cos’è?Il diabete di tipo 2, essendo una malattia metabolica, ha conseguenze su molti organi del nostro corpo, compresa la cute. La dermatopatia diabetica è tra le manifestazioni cutanee più comuni tra i diabetici di lunga data. Posted in Diabete e prurito
  • 2 novembre 2016DT1: Tre riflessioni sul trapianto di pancreas o di isoleNel corso di un recente incontro organizzato da AGD Bologna al Policlinico Sant’Orsola, il 24 ottobre 2016, abbiamo ascoltato l’intervento del Dott. Giacomo Lanzoni, del team del Prof Luca Inverardi e Camillo Ricordi, Diabetes Research Institute, University of Miami. Posted in Ricerca scientifica
  • 9 novembre 2016Uno sguardo al diabete nel mondoL'inarrestabile incremento numerico dei casi di diabete mellito in tutto il mondo e il dato saliente che emerge da un'analisi geografica delle aree a maggior sviluppo epidemiologico è che il diabete cresce maggiormente in Asia, Oceania ed Africa rispetto all'Europa e al Nord-America. Posted in Mondo, Europa