Contro il diabete e le malattie cardiovascolari va bene il fitwalking

La nuova tecnica Fitwalking è stata presentata a Milano presso l’Ospedale San Giuseppe del Gruppo MultiMedica, i cui specialisti l’hanno adottata credendo nelle sue potenzialità di prevenzione e terapeutiche. I primi pazienti inizieranno l’attività a metà di ottobre con istruttori specializzati, suddivisi per età e per tipo di diabete: 10 con il diabete di tipo 1 e 20 con quello di tipo 2.
Cos’è il Fitwalking e quali sono i suoi vantaggi lo spiega Stefano Genovese, responsabile dell’Unità di Diabetologia e Malattie Metaboliche del Gruppo MultiMedica: «È una disciplina sportiva che aiuta il corpo a equilibrare il proprio metabolismo; è una camminata di tipo sportivo a differenti livelli di intensità e di durata, a seconda dell’efficienza fisica e del grado di allenamento, con una forte valenza terapeutica. È particolarmente indicato per i pazienti con il diabete mellito di tipo 2 perché può essere praticato a quasi tutte le età e non richiede strumenti e spazi dedicati. Servono solo un abbigliamento adeguato, il tempo e soprattutto la volontà. È dimostrato che nei soggetti a rischio di diabete, un approccio terapeutico basato su attività fisica e dieta riduce il rischio di sviluppare la malattia del 60%.
Nei pazienti già diabetici l’attività fisica migliora la glicemia e l’emoglobina glicata e riduce anche gli altri principali fattori di rischio cardiovascolare». Concorda con Genovese Francesco Donatelli, Ordinario di Cardiochirurgia presso l’Università degli Studi di Milano e direttore del Dipartimento Cardiovascolare dell’Irccs MultiMedica, e aggiunge: «L’attività fisica è importante anche nel trattamento dei pazienti con malattia cardiovascolare o con aumentato rischio cardiovascolare, compresi quelli affetti da ipertensione, angina pectoris, esiti d’infarto miocardico, malattia vascolare periferica o insufficienza cardiaca. Inoltre, è componente importante della riabilitazione cardiovascolare.
Diversi studi hanno dimostrato che i programmi di esercizio fisico possono ridurre in modo significativo la mortalità totale, così come la morte causata da infarto del miocardio». Il Fitwalking è una tecnica messa a punto dall’atleta Maurizio Damilano, ex olimpionico di marcia.

 

 
Fonte 22 settembre 2011, Sanità News

Potrebbero interessarti