Crescita allarmante del diabete in Italia: Diabetologi a congresso

Si è concluso a Rossano Calabro il XVIII Congresso Nazionale di Diabetologia di Amd (Associazione Medici Diabetologi) che ha riunito i massimi esperti nazionali e internazionali per discutere la vera epidemia dei nostri giorni, una malattia che colpisce quasi il 5% della popolazione italiana ed è in continuo aumento: se ne fa una nuova diagnosi ogni cinque minuti.
All’Amd, la più grande associazione scientifica della diabetologia italiana, fanno capo gli oltre 650 servizi di diabetologia italiani e gli Annali che pubblica ogni anno segnalano l’abbassamento dell’età delle persone con diabete, che oggi hanno meno di 55 anni in un caso su cinque.
Il diabete di tipo 2, tipico dell’età matura, fino a pochi anni fa era chiamato ‘diabete senile’ ma oggi colpisce l’8% di chi ha meno di 45 anni, per salire al 18,8% nella fascia fino a 55 anni e al 56,6% per chi ha oltre 65 anni, con una media del 35,4% nella fascia fra i 45 e i 65 anni (dati 2010).
Sandro Gentile, presidente di Amd spiega: «Tra le principali cause di questo cambiamento ci sono gli stili di vita negativi, come una dieta scorretta e la scarsa attività fisica, che provocano sovrappeso e a lungo andare, obesità. Oggi, infatti, non è infrequente riscontrare il diabete di tipo 2 anche in adolescenti con troppi chili in più».

 

 

 

Fonte 24 maggio 2011, asca.it

Potrebbero interessarti