Poco sonno provoca insulino-resistenza

Anche una sola notte dormendo poco ha un profondo effetto sulla regolazione metabolica e può aumentare il rischio di sviluppare il diabete: questo il risultato di uno studio realizzato dell’Università olandese Leiden Medical Center, pubblicato sul ‘Journal of clinical Endocrinology and Metabolism’.
Lo studio dimostra che basta una sola notte dormendo troppo poco per provocare insulino-resistenza, componente tipica del diabete di tipo 2 e questo potrebbe contribuire a spiegare il grave aumento dei casi di quel tipo di diabete, caratterizzato dall’incapacità dell’insulina di controllare i livelli di glucosio nel sangue.
Nove volontari sono stati esaminati dopo una notte di sonno regolare (otto ore) e dopo una notte di sonno insufficiente (quattro ore): al termine della notte ‘breve’ la resistenza all’insulina è aumentata del 25%. Questo risultato conferma quello di un precedente studio in cui si affermava che chi dorme meno di sei ore per notte, entro sei anni ha 4-5 volte maggiori probabilità di sviluppare eccessi di zuccheri nel sangue.

 

 
Fonte: 5 maggio, unita.it

Potrebbero interessarti

  • 1 febbraio 2017Diario di bici e diabete dagli Emirati Arabi all’OmanSiamo partiti da Cesena ormai cinque mesi fa, in quel piovoso 10 giugno 2016, denso di emozioni indescrivibili. Da allora sono passati 7000 km e un numero infinito di avventure, incontri, scoperte. Posted in For a piece of cake
  • 16 febbraio 2017Corso di acquaticità aperto alle future mamme con diabeteAll’Ospedale Niguarda di Milano è possibile partecipare a un corso di acquaticità in gravidanza rivolto alle gestanti con diabete (sia gestazionale, sia pre-gestazionale, di tipo 1 o 2) che vogliono prepararsi o migliorare il lungo periodo della gravidanza, ricavandone grandi benefici per se stesse e per il futuro neonato! Posted in Diabete gestazionale
  • 27 dicembre 2016L’ultimo saluto al BrasileDalla foresta amazzonica fino alle coste Nord del Brasile, era iniziato il vero e proprio viaggio all’interno di questo meraviglioso stato sudamericano. Ho navigato per cinque giorni il rio delle Amazzoni e non è stato semplice gestire il diabete di tipo 1, mio fedele compagno in questo viaggio. Posted in Trip Therapy Blog Claudio Pelizzeni