Calcola il tuo indice di massa corporea

Peso corporeo e diabete

Esiste uno stretto rapporto tra il peso corporeo e lo sviluppo di diabete di tipo 2. La maggior parte dei soggetti con questo tipo di diabete manifesta, infatti, sovrappeso o obesità. Tenere sotto controllo il proprio peso è, quindi, di fondamentale importanza.

Che cos’è il BMI?

L’Indice di Massa Corporea (IMC o BMI dall’inglese Body Mass Index) è uno strumento importante per la misurazione del peso corretto. Il BMI mette in correlazione il peso con l’altezza: viene calcolato dividendo il peso corporeo (kg) per la statura (metri) al quadrato. Tanto più l’indice è alto, tanto più si tende al sovrappeso e naturalmente aumentano i rischi per la propria salute.

Il tuo peso dipende anche da te

Pesati regolarmente e controlla che il tuo BMI si mantenga nei limiti normali (20 – 25). In caso di sovrappeso od obesità consulta il medico, abituati a muoverti di più ogni giorno, evita le diete squilibrate o molto drastiche.


Calcola il tuo IMC
Attenzione: il calcolo richiede l’inserimento di due decimali.



Il tuo IMC è:

Valori di riferimento Categoria
Meno di 16 Molto sottopeso
Da 16 a 18,5: Sottopeso
Da 18,5 a 25 Normale
Da 25 a 30 Sovrappeso
Da 30 a 35 Obesità Grado I
Da 35 a 40: Obesità Grado II
Più di 40 Obesità Grado III



Rango IMC Categoría
Menor que 16 Delgadez severa
De 16 a 18,5: Delgadez moderada
De 18,5 a 25 Peso normal
De 25 a 30 Sobrepeso
De 30 a 35 Obesidad Grado I
De 35 a 40: Obesidad Grado II
Más de 40 Obesidad Grado III
Ver más información relacionada

Potrebbero interessarti

  • 9 ottobre 2019In caso di diabesità, il grasso che riveste il cuore favorisce lo scompenso cardiacoLe cellule adipose (adipociti) che rivestono il cuore (il cosiddetto grasso epicardico) possono in condizioni particolari come l’obesità produrre una serie di molecole con caratteristiche pro-infiammatorie che mandano al tappeto le cellule del tessuto cardiaco (miocardio), favorendo così lo sviluppo di scompenso cardiaco, una complicanza frequente nelle persone con obesità associata a […] Posted in Complicanze sistema digerente
  • 13 novembre 2019Diabete LADA: la storia di AnnalisaAnnalisa ha un diabete di tipo LADA, cioè il diabete di natura autoimmune negli adulti che si è manifestato nell'estate del 2012, all'età di 52 anni, e ha subito iniziato con terapia insulinica multi-iniettiva. Prima di allora conosceva il diabete in maniera generica, non avendo né in famiglia né tra le amicizie casi di diabete tipo 1 o di tipo 2. Annalisa racconta come la tecnologia e […] Posted in Diabete LADA
  • 14 ottobre 2019La curva da carico di glucosio: da un vecchio test, nuove indicazioni più precise per la diagnosi di diabeteSintesi dell’intervento del prof. Giorgio Sesti, presidente Fondazione Diabete Ricerca, al 55° Congresso Annuale dell’Associazione Europea per lo Studio del Diabete (#EASD2019). Diagnosi di diabete tipo 2: fino a oggi veniva fatta sulla base di una glicemia superiore a 200 mg/dl a distanza di due ore dal carico orale di glucosio (il classico OGTT): alla luce degli studi più recenti e […] Posted in Capire gli esami