Attività fisica contro l’ictus silenzioso

L’ictus silenzioso è una microlesione cerebrale che non ha sintomi immediatamente riconoscibili ma si può diagnosticare solo con specifici esami; negli anziani può causare danni al cervello con conseguenti problemi di memoria e difficoltà motorie. Una ricerca americana, condotta presso la Columbia University di New York, dimostra che una regolare attività fisica, da moderata a intensa, può abbassare del 40% le probabilità di incorrere in ictus silenziosi e mantenere così il cervello degli anziani in buona salute. I ricercatori americani, coordinati da Joshua Z. Willey, sono arrivati a questa conclusione dopo aver tenuto sotto osservazione oltre 1.200 soggetti, in particolare le loro abitudini sportive, e averli poi sottoposti a risonanza magnetica per rilevare eventuali mini ictus. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Neurology.

 

 
Fonte 8 giugno 2011, Sanità News

Potrebbero interessarti