Diabete di tipo 2, l’importanza dell’esercizio fisico

Nel trattamento di pazienti diabetici, l’implementazione di un allenamento fisico strutturato, con esercizi aerobici o di resistenza o con entrambi, è associato a una maggiore riduzione dei livelli di emoglobina glicata rispetto al controllo, secondo un nuovo studio apparso sulla rivista JAMA.
“L’esercizio fisico è un pilastro della gestione del diabete, insieme con interventi dietetici e farmacologici”, si legge nell’articolo. “Le attuali Linee guida raccomandano che i pazienti con diabete di tipo 2 dovrebbero svolgere almeno 150 minuti di esercizio aerobico moderato alla settimana e svolgere esercizi di resistenza tre volte alla settimana”: l’esercizio fisico migliora il controllo del glucosio nel diabete, ma non è mai stato chiarito finora in che modo influisca l’associazione di differenti tipologie di allenamento”… [continua…]
 

 
Fonte 4 maggio 2011, mediciOggi.com

Potrebbero interessarti

  • 31 marzo 2017Promuovere il Patient Engagement nella gestione della cronicità: raccomandazioni per la praticaMercoledì 5 aprile 2017, all’Università Cattolica in largo Gemelli, Milano ricercatori, rappresentanti del mondo clinico, delle associazioni di pazienti e di volontariato e della politica si confronteranno nella Prima Conferenza di Consenso Italiana sul Patient Engagement (CCIPE) in ambito clinico-assistenziale per le malattie croniche, tra cui il diabete. Posted in Linee guida
  • 25 aprile 2017Agd Novara 2016: un anno denso di attività, nuovi progetti e iniziativeÈ passato un anno dalla nomina - il 9 aprile 2016 – del nuovo Consiglio Direttivo di Agd Novara, un anno incalzante e propizio per lo sviluppo e la messa in pratica di innumerevoli attività e l’avvio di nuovi progetti ed iniziative rivolte al vasto territorio di competenza dell’Associazione novarese. Posted in Fabio Braga
  • 6 giugno 2017Caro diario, dopo sedici anni e tanti chilometri…20 aprile 2017, Otres Beach, Cambogia: Memories…. È cominciato tutto sedici anni fa, proprio dopo le feste di Natale. Avevo appena compiuto 11 anni, facevo ginnastica artistica a livello dilettantistico e un senso di costante debolezza aveva spinto i miei genitori a farmi fare le analisi del sangue. Intanto stavo anche dimagrendo e, per evitare di scendere sotto a quei pochi quaranta […] Posted in For a piece of cake