‘Diabete Sommerso’ per vivere il diabete ‘senza limiti’

A Milano si è costituita l’Associazione Nazionale ‘Diabete Sommerso’, con lo scopo, di migliorare la qualità della vita delle persone con diabete attraverso la diffusione e la pratica di attività subacquee, come spiega il professor Matteo Bonomo, responsabile di Diabetologia dell’Ospedale Niguarda di Milano: «L’Associazione si propone di portare le persone con diabete a immergersi in condizioni di sicurezza, grazie a un’attività di formazione che integra la didattica dei corsi di diving tradizionali con temi specificatamente legati al diabete. Ulteriore obiettivo è mettere in discussione la tradizionale preclusione verso lo Scuba (sistema di respirazione subacqueo autonomo n.d.r.) presente da sempre in ambito specialistico; come per altre attività sportive complesse e impegnative, il diabete non dovrebbe costituire infatti un criterio di esclusione a priori».
Questa iniziativa, partita nel 2004 su impulso del Centro di Diabetologia dell’Ospedale di Niguarda Ca’ Granda di Milano, in collaborazione con l’Associazione Diabetici della Provincia di Milano e una squadra di istruttori subacquei, potrà non coinvolgere un gran numero di persone ma aiuta ad abbattere un’altra delle barriere che incontrano nella vita le persone con diabete, specialmente se giovani.
Nei ragazzi cresce l’autostima perché non si sentono più esclusi; osserva il professor Bonomo: «In questi anni abbiamo constatato che questo tipo di attività porta col tempo a mutare l’atteggiamento di questi ragazzi nei confronti del diabete e della sua gestione, con importanti ricadute sull’andamento clinico e sull’evoluzione a distanza e anche, cosa ancora più importante, sulla qualità della vita dei giovani protagonisti.
Per quanto riguarda la sicurezza, possiamo affermare che i protocolli sviluppati, cioè i comportamenti in termini di gestione della terapia del diabete, consentono di immergersi in tutta sicurezza se rispettati scrupolosamente. In altre parole, i rischi tra una persona con diabete o senza, rispettando delle semplici regole, sono gli stessi».
Presidente di Diabete Sommerso è Alessandro Marroni, medico e presidente di Dan (Divers Alert Network) Europe, una fondazione internazionale che assiste i subacquei in difficoltà tutti i giorni, 24 ore al giorno con una rete di assistenza medica d’emergenza e che promuove la sicurezza dell’attività subacquea con ricerca, formazione e servizi.
Dal 2004, 50 persone con diabete hanno ottenuto il brevetto di sub nei centri che sono stati aperti anche a Numana e a Ravenna; fanno parte dell’Associazione le prime persone con diabete che hanno ottenuto il brevetto, gli istruttori dei diving center e il presidente di Diabete Italia, Umberto Valentini.

 

 
Fonte 9 maggio 2011, repubblica.it

Potrebbero interessarti