Quali obiettivi stabilire?

Due sono gli errori più comuni (e non vale solo per i diabetici ma per tutti!) che si tende a commettere quando si inizia un’attività fisica o sportiva: fissarsi degli obiettivi esagerati e cercare di raggiungerli in un tempo troppo breve. Per evitare di incappare in questi errori, talvolta è importante ricordare che:

    • L’obiettivo prioritario è quello di migliorare la propria salute
      e mantenersi in buona forma psico-fisica e non diventare dei campioni o vincere le Olimpiadi.

 

    • La prima cosa da fare è individuare il proprio scopo
      ovvero che cosa si vuole ottenere: rilassamento, miglioramento della forma fisica, perdita di peso superalo, abbassamento della pressione arteriosa, riduzione dei livelli di colesterolo

 

    • E’ fondamentale fissarsi degli obiettivi concreti, realistici
      e raggiungibili elaborando un piano di attività personalizzato sulle proprie esigenze e abitudini.

 

    • La strategia dei piccoli passi è quella vincente.
      Piccole ma graduali gratificazioni derivanti dagli obiettivi raggiunti garantiranno una maggiore motivazione a continuare l’allenamento in modo progressivo e con crescente difficoltà.

 

    • Scegliere attività che piacciano e che divertano e che si è in grado di praticare è un altro punto molto importante che aiuterà a preparare un piano realistico.

 

    • Organizzare l’attività scelta in base ai propri impegni
      in modo da riuscire a praticarla con più facilità ma anche soddisfazione

 

    • Elaborare un piano scritto
      può essere utile a ricordare gli obiettivi e a documentare i successi e i progressi raggiunti. E’ utile darsi delle scadenze e al termine di ciascuna fare un bilancio

Potrebbero interessarti

  • 16 febbraio 2017Nuoto e subacquea, ok anche nei bambini con diabete tipo 1Intervista rilasciata da Marco Alleva, subacqueo ed apneista dell’Associazione 1° Club Lacustre Sommozzatori di Novara e papà di Giorgio, 13 anni, con diabete di tipo 1. Posted in Prevenzione e Terapia
  • 10 febbraio 2017Prevenzione cardiovascolare. La banca del cuore va in tourParte da Sanremo (8-11 febbraio 2017), toccando poi 30 città. Ad ogni sosta, previsti screening gratuiti di prevenzione cardiovascolare. La Banca del Cuore è una "cassaforte" virtuale che custodisce il proprio elettrocardiogramma con i valori della pressione arteriosa e i dati clinici della singola persona che ha aderito al progetto. Posted in EVENTI - 2017
  • 22 aprile 2017Che cosa succede quando il colesterolo in circolo è troppo altoIl rischio è che si inneschi il processo dell’aterosclerosi, che progredisce in modo silente fino alla completa ostruzione dei vasi o alla formazione di trombi che ostruiscono il flusso del sangue e che aumentano notevolmente il rischio di malattie cardiovascolari, danni renali e ictus cerebrale. Posted in Grassi