Una proteina potrebbe indicare il rischio di diabete di tipo 1

Uno studio condotto su topi da un gruppo di ricercatori della Georgia Health Sciences University di Augusta, coordinati da Sharad Purohit, ha messo in luce che una scarsa presenza dell’antagonista recettoriale dell’IL1 (Interleuchina 1) nei bambini, può aumentare la possibilità che in futuro possano essere colpiti dal diabete di tipo 1.
Nel corso dello studio è stato osservato che, quando la presenza della proteina era scarsa, aumentava il rischio che il sistema immunitario attaccasse le cellule produttrici di insulina; per questa ragione i ricercatori americani hanno in corso esperimenti per individuare, con l’impiego degli inibitori dell’interleuchina 1, trattamenti che possano contrastare l’insorgere del diabete.
Osserva Purohit: «L’obiettivo del nostro studio è quello di scoprire se i livelli di IL1 possano aiutarci a prevedere lo sviluppo del diabete di tipo 1 nei bambini e quindi utilizzare gli inibitori di IL1 per impedirlo».

 

 
Fonte 29 agosto 2011, ilsole24ore.com

Potrebbero interessarti

  • 8 febbraio 2017Malattie autoimmuni: tendono ad associarsi nello stesso soggettoLe malattie autoimmuni sono causate da errori del sistema immunitario, che inizia ad aggredire cellule dei tessuti sani invece di attaccare i nemici: virus, batteri, tossine etc che l’organismo può ospitare. Possono colpire un solo organo o organi diversi anche nella stessa persona e in genere la causa non è nota. Posted in Diabete di tipo 1
  • 2 febbraio 2017Struttura e funzioni delle unghieLe unghie di mani e piedi sono una particolare varietà di annessi cutanei, localizzati sulla falange distale delle dita. Oltre alla funzione protettiva quindi, esse contribuiscono a dare forza alle dita e agevolano la sensibilità tattile della presa e della motilità fine. Posted in Unghie e onicopatie
  • 20 dicembre 2016C’è aria di grandi novità in Agd Novara: “Lo studio di Camillo Ricordi”Se ne sono accorti i numerosi genitori di bambini e ragazzi con diabete di tipo 1, riuniti sabato 17 dicembre 2016, a Novara, nell’Aula Magna dell’Ospedale Maggiore per un convegno di aggiornamento sulle attività 2016/2017. Posted in Fabio Braga