Approvato Decreto riaperture dal 26 aprile 2021 al 31 luglio

Approvato Decreto riaperture dal 26 aprile al 31 luglio 2021

 

Prorogato lo stato di emergenza al 31 luglio

Il nuovo decreto parte dal presupposto che tra piano vaccinazioni e arrivo dell’estate, il coronavirus dovrebbe calare il suo impatto, ma per prudenza prolunga al 31 luglio 2021 lo stato di emergenza, avviato dal gennaio 2020.

 

Spostamenti tra le Regioni e variazioni di colore da Lunedì 26 aprile

  • Dal 26 aprile sarà consentito spostarsi liberamente tra residenti di zone gialle e tra zone bianche e gialle nelle quali il coronavirus circola meno.
  • Dal 1° maggio al 31 luglio scatterà in modo automatico la zona rossa nelle regioni con incidenze del virus da 250 casi ogni 100 mila abitanti in su; prevista anche la “zona rosso scuro” per incidenze superiori o anche maggior impatto di casi gravi.

 

Per spostarsi, servirà il certificato vaccinale verde personale

Dal 26 aprile occorrerà avere il “certificato vaccinale verde” che verrà rilasciato in tre casi:

  1. a chi si è vaccinato ad opera dell’hub vaccinale regionale;
  2. a chi è guarito dal Covid ad opera dell’ospedale dov’è stato ricoverato o del medico di famiglia o del pediatra se da paziente è stato assistito a casa;
  3. a chi ha fatto il tampone risultando negativo ad opera della struttura pubblica o privata o della farmacia dove ha eseguito l’esame, molecolare od antigenico che fosse.

 

ATTENZIONE, DURATA DELLA POSSIBILITA’ DI SPOSTAMENTO

  • chi ha il solo tampone, deve spostarsi entro 48 ore;
  • per chi ha gli anticorpi, la copertura del certificato vale 6 mesi dal rilascio;
  • se la presenza degli anticorpi non è attestata, la “non contagiosità” vale 2 giorni.
  • Se non si ha il certificato verde, da turisti non ci si può spostare nelle regioni arancioni o rosse né tantomeno ci si può spostare da regioni arancioni o rosse;
  • Rimane valida la possibilità di spostamento con autocertificazione per motivi di lavoro, salute, urgenze.

 

 

ALTRE INFORMAZIONI IMPORTANTI SUL CERTIFICATO VACCINALE

  • Il certificato verde è personale, non si può estendere ai parenti
  • Verrà rilasciato su carta o per via telematica a seconda della richiesta del cittadino
  • Non sarà più valido in caso di positività al virus
  • Precedenti certificazioni di guarigione di cui si è già in possesso si possono portare dietro al posto del certificato vaccinale verde ma valgono sempre 6 mesi dalla data di rilascio
  • Quando è il medico curante o il pediatra a rilasciare il certificato a seguito di tampone negativo, inserisce tale informazione nel fascicolo sanitario elettronico dell’interessato. NOTA BENE: a breve, un decreto del Presidente del Consiglio Mario Draghi per l’istituzione della piattaforma nazionale delle certificazioni verdi offrirà ulteriori chiarimenti anche sulla protezione dei dati.

 

VIAGGI IN EUROPA

  • Entro giugno 2021, i certificati vaccinali verdi si potranno spendere a parità di condizioni anche per viaggiare da e verso altri stati membri dell’Unione europea.

 

SANZIONI PER MANCATO POSSESSO DEL CERTIFICATO VACCINALE VERDE

  • Chi non porta con sé il certificato vaccinale incorre in sanzioni penali per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità (si arriva all’arresto fino a 3 mesi) e anche nella sanzione amministrativa da 400 euro e oltre istituita dal DL 19/2020; chi lo falsifica incorre nei reati di falso materiale e/o ideologico (articoli 476-489 cp) con sanzioni anche più severe.

 

Riaperture previste da Lunedì 26 aprile

BAR E RISTORANTI

  • Dal 26 aprile bar e ristoranti potranno aprire anche a cena fino alle 22 nelle Regioni gialle, ma solo all’aperto e massimo 4 persone a tavolo, resta per ora il coprifuoco tra le 22 e le 5 del mattino

SCUOLA

  • Si torna a scuola alle superiori, tra il 60 e il 100% della capienza a seconda delle disponibilità di spazi nelle Regioni arancioni e gialle, mentre si resta al 50% in didattica a distanza (DAD) nelle Regioni rosse.
  • Dovrebbero essere privilegiate le classi della maturità.
  • Restano in presenza scuole dell’infanzia, elementari e medie inferiori

PALESTRE E IMPIANTI SPORTIVI

  • Si riparte solo con le attività sportive all’aperto

CINEMA E TEATRI

  • Riapertura prevista solo nelle zone gialle di teatri e cinema con capienza massima al 50% e previa prenotazione.

 

Spostamenti tra amici e parenti a partire da Sabato 1° maggio

  • Dal 1° maggio 2021, saranno consentiti spostamenti di massimo 4 persone verso le case di amici e parenti sia nelle zone gialle sia nelle zone arancioni entro i confini del comune.

 

Riaperture previste da Sabato 15 maggio

PISCINE E CENTRI COMMERCIALI

  • Da sabato 15 maggio, riapriranno le piscine ed i centri commerciali nelle zone gialle.

 

Riaperture previste a giugno 2021

BAR E RISTORANTI

  • Da Martedì 1° giugno, nelle zone gialle si potrà andare al bar e al ristorante in luogo chiuso con consumo al tavolo tra le ore 15 e le ore 18

PALESTRE

  • Da Martedì 1° giugno, riapriranno le palestre, anche con attività al chiuso con le dovute sicurezze

STADI E PALAZZETTI

  • Da Martedì 1° giugno, riapriranno gli stadi al 25% della capienza e massimo 1000 spettatori, al chiuso il limite dei palazzetti scende a 500 spettatori.

 

Riaperture previste a luglio 2021

CENTRI TERMALI, FIERE, CONGRESSI, PARCHI TEMATICI

  • Da Giovedì 1° luglio nelle sole zone gialle, potranno riaprire centri termali, fiere, congressi, parchi tematici

 

 

Potrebbero interessarti