Il metodo WAL

il-metodo-walPrevieni, impara cammina

AutoreAnnamaria Crespi
Editore: Morlacchi Editore
Pubblicazione: 2014
ISBN   978-88-6074-682-5

 

Il Metodo WAL è un metodo di allenamento insieme fisico e mentale che regala agilità, salute e gioventù sia al corpo che al cervello. Chi ha bisogno di dimagrire riesce a farlo senza bisogno di diete stressanti e in generale il metodo aiuta a mantenere un ottimale stato di salute, per di più divertendosi! Questi effetti, ravvisabili già dopo poche applicazioni, durano a lungo e anzi si potenziano nel tempo. L’idea del Metodo WAL prese le mosse dagli studi fatti nelle Università americane sulla prevenzione dei disturbi caratteristici della terza età. Negli ultimi 20 anni infatti, in America sono stati stanziati molti fondi per ricerche volte a studiare approfonditamente la degenerazione neurocognitiva e in particolare tutte le malattie degenerative (oggi in aumento) che possono colpire chi ha superato una certa età. Tra questi disagi troviamo ad esempio il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, la demenza senile, la depressione, o anche la semplice perdita di memoria. Ne è derivato un crescente interesse per i metodi di prevenzione, che risultano (statistiche alla mano) assai più efficaci delle cure farmaceutiche. Praticare il Metodo WAL è semplicissimo: si sceglie un argomento di proprio interesse nel Catalogo WAL e poi, mentre si cammina, si ascolta in cuffia l’audioWAL relativo a quell’argomento. Il Catalogo generale WAL, diviso in 23 unità culturali continuamente aggiornate, propone sia classiche materie di studio (come le lingue straniere, la storia, ecc.), sia materie di svago, hobbies, tempo libero (musica, cinema, bricolage, giardinaggio, ecc), a vari livelli di approfondimento, così da rendere facile personalizzare il proprio percorso WAL.

Dal sito dell’editore

 

Leggi anche l’intervista alla dott.ssa Annamaria Crespi, psicologa, ideatrice e promotrice del metodo WAL e autrice del libro: “Il metodo WAL (Walk And Learn) Previeni, impara, cammina”, Morlacchi Ed, 2014

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti

  • 13 maggio 2019Occhio secco: quando il film lacrimale è alteratoLa sindrome dell’occhio secco (Dry Eye Syndrome, DES) rappresenta secondo l’OMS uno dei disturbi più ignorati e sottovalutati della nostra società nonostante l’ampia diffusione: in Italia, si stima che ne soffra il 90% delle donne in menopausa e il 25% degli adulti over 50 anni. I costi sono elevati e totalmente a carico della popolazione. Secondo le stime di uno studio del 2006, il […] Posted in Complicanze oculari - Retinopatia
  • 6 maggio 2019Occhio secco: campagna di prevenzione e cura 2019Il Centro Italiano Occhio Secco (CIOS) di Milano, in collaborazione con la Clinica Oculistica dell’Università dell’Insubria di Varese, promuove dall’8 maggio al 14 giugno 2019 il Mese della Prevenzione e Diagnosi della Sindrome dell’Occhio Secco. La Campagna si propone di sensibilizzare la popolazione sul problema dell’occhio secco e stimolarla a farsi visitare, dopo lo screening, dai […] Posted in EVENTI - 2019
  • 14 marzo 2019La dieta della persona con diabete“La dieta di una persona con diabete non differisce granché da una dieta varia ed equilibrata, di tipo mediterraneo, di una persona definita sana. Troppo spesso si ritiene di dover rinunciare totalmente ai carboidrati o ad altri nutrienti ed essere condannati a diete rigorose e prive di qualsiasi gratificazione per il palato. Non è cosi!” afferma la dott.ssa Valentina Fragale, […] Posted in Nutrizione