Roadshow Cronicità Veneto, 9 settembre 2020

Roadshow Cronicità Veneto, 9 settembre 2020

A cura di Motore Sanità

 

Un grande evento online organizzato da Motore Sanità per fare il punto sugli scenari POST Covid-19, con focus particolare su Diabete, Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) e Fibrillazione Atriale Non Valvolare (FANV).

 

La spesa a livello dell’Unione Europea (EU) per le malattie croniche si stima intorno ai 700 miliardi di euro l’anno e in Italia i malati cronici sono 24 milioni, assorbendo una gran parte delle risorse riversate in sanità. Il  Piano Nazionale Cronicità (PNC) approvato con Accordo sancito dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le PPAA di Trento e Bolzano il 14 settembre 2016, avrebbe dovuto portare alla riorganizzazione dell’assistenza sanitaria e allo spostamento sul territorio dei trattamenti socio sanitari delle principali patologie croniche (come per es: diabete, asma, BPCO, patologie cardiovascolari) con lo sviluppo di una diversa cultura orientata alla presa in carico proattiva delle persone con fragilità e cronicità tramite servizi di prossimità territoriale.

 

Solo un deciso intervento in questa ottica potrà consentire che il processo di miglioramento della qualità assistenziale, si sviluppi in coerenza con l’esigenza di contenimento e di razionalizzazione della spesa sanitaria. Ma tutto questo con quali strumenti operativi?

 

Oggi, a quasi 3 anni dall’approvazione del PNC, l’attuazione concreta del Piano si vede realizzata ancora in via parziale e solo in alcune regioni, seppur da molti sia stata considerata la potenziale vera spending review della sanità. Per verificare lo stato di attuazione reale e non formale del PNC, gli uffici della programmazione del Ministero della Salute hanno attivato un monitoraggio tecnico che deve mappare una serie di indicatori trasmessi dalle singole Regioni: il livello di stratificazione della popolazione, il livello di integrazione tra assistenza ospedaliera e territoriale e il livello di adozione e di attuazione dei percorsi diagnostico-terapeutici.

 

Il PNC ha previsto inoltre la creazione di una cabina di regia che, partendo dall’analisi di questi indicatori, costruisca una fotografia iniziale e possa poi decidere le azioni successive. Se l’obiettivo del Piano nasce dall’esigenza di armonizzare a livello nazionale tutte le attività in questo campo, compatibilmente con la disponibilità delle risorse economiche, umane e strutturali, la realizzazione e attuazione del piano in tutte le Regioni deve rappresentare lo strumento per rendere omogeneo l’accesso  alle cure da parte dei cittadini, garantendo gli stessi livelli essenziali di assistenza e rendendo sostenibile il SSN.

 

L’innovazione organizzativa necessaria a tutto ciò è una responsabilità di ogni singola regione e si dovrà realizzare attraverso Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (PDTA) ben costruiti condivisi e monitorati.

La Recente Pandemia di Covid-19 sembra aver convinto tutti nello spingere sull’acceleratore del cambiamento, oramai non più auspicabile ma necessario ed indifferibile.

 

ALCUNI PUNTI CHIAVE DISCUSSI DURANTE IL WEBINAR

 

  • Età avanzata ma non solo (diabete tipo 1, sclerosi multipla, etc)
  • Trasversalità (cronicità ma anche riacutizzazioni)
  • Aderenza al trattamento [Il 40% dei pazienti non è aderente, importanza dell’infermiere di territorio (bonus?), electronic tablet dispenser, etc)]
  • Medicina di iniziativa e sburocratizzazione (vera rivoluzione del sistema)
  • Indicatori di risultato per gli operatori del territorio a partire dai Medici di Medicina Generale (MMG)
  • Rivalutazione del modella RSA (verso una maggiore medicalizzazione?)
  • Formazione continua del personale e del management
  • Piani nazionali e regionali finanziati (MES e/o altri fondi)
  • L’insegnamento dell’emergenza Covid-19 [Unità Speciali di Continuità Assistenziali (USCA) e altro: che cosa ne facciamo?]

 

SCARICA IL PROGRAMMA »

 

GUARDA I VIDEO

Dr. ssa Manuela Bertaggia, Consigliere FAND Veneto e Coordinatrice delle Associazioni Diabetici del Vento → https://bit.ly/2Rdnkv7

Prof. Enzo Bonora, Professore Ordinario di Endocrinologia, Università di Verona, Direttore UOC Endocrinologia, Diabetologia, Malattie del Metabolismo, Acqui (Verona) → https://bit.ly/3itoZsN

 

 

* L’intero seminario – con focus su Diabete, Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) e Fibrillazione Atriale Non Valvolare (FANV) in Regione Veneto – è disponibile sulla pagina Facebook di Motore Sanità.

 

 

Potrebbero interessarti