A braccia incrociate per sentire meno dolore

Una ricerca condotta da esperti di varie università (Milano Bicocca, Torino, Sydney e l’University College di Londra) ha dimostrato che incrociando le braccia, mettendo la mano destra sulla parte sinistra del corpo e la sinistra su quella destra, si riesce a ridurre la sensazione dolorosa del 3% circa. La ragione starebbe nel fatto che assumendo questa posizione quando si sente dolore, si creerebbe confusione nel cervello, che è abituato a ricevere le informazioni che riguardano la parte destra del corpo dalla mano destra e viceversa. Alberto Gallace, primo firmatario dello studio e ricercatore in Psicobiologia presso l’Università di Milano Bicocca, osserva: «I risultati di questa ricerca sembrerebbero suggerire che questa metodiche possano essere utilizzate con successo nell’ambito della terapia del dolore; abbiamo infatti messo in luce che confondere il cervello sulla localizzazione degli stimoli dolorosi ne attenua l’intensità. Questa riduzione non riguarda l’attività di aree sensoriali primarie, che si occupano di soltanto di elaborare stimoli tattili o dolorosi, ma piuttosto le attività corticali multisensoriali, di più alto livello. In Australia, presso alcune strutture ospedaliere di Adelaide, il nostro team sta già conducendo esperimenti su pazienti affetti da dolori cronici». La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Pain.

 

 
Fonte Sanità News, 24 maggio 2011

Potrebbero interessarti

  • 11 marzo 2017Qi gong. Uno strumento prezioso per la salute e il benessereNon sono un maestro né mai lo sarò. Neppure vorrei esserlo. E i motivi sono innumerevoli. Per cui, parafrasando un grande delle letteratura (lui sì, maestro…) “così è se vi pare…” Essere maestri implica conoscenza, umiltà, costanza, amore per gli altri. In me non credo coesistano tanti valori. Una cosa però è certa: a questo mondo vorrei esprimere il mio umile punto di vista. Posted in T’Ai Chi Ch’Uan - Un’ avventura… nel benessere
  • 24 marzo 2017Quando e perché si forma un’unghia incarnita?L’unghia incarnita o onicocriptosi, utilizzando un termine medico - dal greco onyx = unghia e kryptos = nascosta - , è un disturbo che colpisce le unghie dei piedi, con una maggiore prevalenza a carico dell’alluce, pur non escludendo le altre dita. Posted in Unghie e onicopatie
  • 20 marzo 2017Un peperoncino al giorno…benefici, quantità, usiDagli studi sperimentali di laboratorio e da quelli su volontari emergono benefici interessanti del peperoncino piccante per la prevenzione di molte patologie croniche come l'obesità, il diabete, le malattie cardiovascolari ma anche disturbi gastrointestinali, tumori, dermatopatie e vescica neurologica. Posted in A tavola con il diabete