Consigli utili per bere bene

  1. Assecondare il senso di sete, ancora meglio anticiparlo, bevendo a sufficienza (1,5-2 litri di acqua al giorno).
  2. Bere spesso e in piccole quantità. Lentamente, soprattutto se l’acqua è fredda (o tirata fuori dal frigorifero): un brusco abbassamento della temperatura dello stomaco può favorire una congestione.
  3. Soprattutto gli anziani devono bere spesso, nell’arco della giornata, anche lontano dai pasti, anche quando non avvertono lo stimolo della sete.
  4. L’equilibrio idrico dovrebbe essere mantenuto bevendo essenzialmente acqua. Bevande diverse (aranciate, bibite tipo coca cola, succhi di frutta, caffè, tè) oltre a fornire acqua apportano altre sostanze che contengono calorie (per esempio: zuccheri semplici) o che sono farmacologicamente attive (per esempio la caffeina e la teina). Queste bevande vanno usate con moderazione. In particolare, la persona diabetica dovrà attenersi a quanto concordato con il proprio medico.
  5. Alcune persone non bevono per non sudare o perché hanno pausa di ingrassare. E’ un comportamento sconsigliabile. Sudare è fondamentale per regolare la temperatura corporea e dato che l’acqua non contiene calorie, non può fare ingrassare.
  6. Durante e dopo l’esercizio fisico è consigliabile abituarsi a bere per reintegrare prontamente le perdite dovute alla sudorazione. L’ideale è sempre l’acqua.
  7. Subito dopo attacchi febbrili, diarrea, vomito che determinano una maggiore perdita di acqua, è bene reintegrarla rapidamente e in modo adeguato, magari chiedendo consiglio al proprio medico.

Potrebbero interessarti

  • 29 novembre 2017L’alimentazione della donna diabeticaLe donne con diabete, rispetto agli uomini, presentano una maggiore mortalità, dovuta alle complicanze della malattia. Il rischio di alcune complicanze diabetiche e la gravità delle stesse risulta essere maggiore nella donna. Posted in Nutrizione
  • 28 novembre 2017Disponibile anche in Italia la nuova terapia orale contro l’obesitàSi tratta dell’associazione naltrexone-bupropione, in compresse, utilizzata già da anni in altri Paesi e da novembre 2017, accessibile anche in Italia. All’ultimo congresso della Società Italiana dell’Obesità c’era molta attesa per questa nuova opzione terapeutica che essendo in compresse consente una somministrazione semplice e accettabile da parte del paziente con obesità. Posted in Terapia dell'obesità
  • 30 settembre 2017Una buona prevenzione del diabete passa anche dalla salute della boccaTenere sotto controllo la parodontite aiuta a ridurre l’emoglobina glicata dello 0,4%. Lo hanno sottolineato i Diabetologi riuniti a Genova in occasione del convegno “Diabete e parodontopatia: una relazione biunivoca”, promosso dall’Associazione Medici Diabetologi (AMD). Posted in Denti e gengive