Diabete giovanile: attenzione alle informazioni il rete

Antonio Cabras, Presidente della Federazione Nazionale Diabete Giovanile, ha denunciato attraverso una lettera aperta alle autorità sanitarie e al Governo la presenza di siti web che riportano e diffondono informazioni false e prive di fondamenti scientifici.
È stato trovato un sito che promuove «un programma che normalizza i livelli di glucosio nel sangue e fa regredire la causa del diabete». Così testualmente riporta il sito web: «Ascolta i massimi scienziati del pianeta e vincitori del Premio Nobel per la medicina e impara come abbassare i livelli di glucosio nel sangue in modo naturale ed eliminare l’uso di farmaci per il diabete e le iniezioni!».
Il tutto avverrebbe acquistando un libro in cui verrebbe illustrato come curare la malattia senza uso di farmaci, per € 97,00.
«Riteniamo necessario un rapido intervento da parte delle istituzioni competenti – dalla lettera di Cabras – che porti al blocco di questo sito internet che illude le famiglie e i giovani con diabete spinti dalla speranza di trovare una soluzione definitiva alla loro condizione.”

 

 
Fonte22 settembre, corriere.it

Potrebbero interessarti

  • 8 febbraio 2017Malattie autoimmuni: tendono ad associarsi nello stesso soggettoLe malattie autoimmuni sono causate da errori del sistema immunitario, che inizia ad aggredire cellule dei tessuti sani invece di attaccare i nemici: virus, batteri, tossine etc che l’organismo può ospitare. Possono colpire un solo organo o organi diversi anche nella stessa persona e in genere la causa non è nota. Posted in Diabete di tipo 1
  • 25 aprile 2017Agd Novara 2016: un anno denso di attività, nuovi progetti e iniziativeÈ passato un anno dalla nomina - il 9 aprile 2016 – del nuovo Consiglio Direttivo di Agd Novara, un anno incalzante e propizio per lo sviluppo e la messa in pratica di innumerevoli attività e l’avvio di nuovi progetti ed iniziative rivolte al vasto territorio di competenza dell’Associazione novarese. Posted in Fabio Braga
  • 10 febbraio 2017Il progetto aderenza: “Segui la terapia” a TorinoPartito alla fine del 2016 all’ASL1 di Torino, il progetto vuole migliorare l’aderenza alla terapia delle persone con una patologia cronica come il diabete o l’ipertensione o altre soprattutto per le persone che hanno difficoltà a seguire una terapia nel tempo. Posted in NEWS - 2017