Diete: meglio le proteine

Almeno il 15/20% delle calorie che si assumono ogni giorno deve essere rappresentato da proteine perché aumenti la massa muscolare e migliori così il metabolismo: questa la conclusione di uno studio statunitense durato due anni e mezzo, che è stata condotto su 25 soggetti di età compresa fra i 18 e i 35 anni.
Nell’editoriale di Jama (Journal of the American Medical Association), la rivista che ha pubblicato lo studio americano, si sottolinea: «Questo studio suggerisce che il peso del corpo potrebbe far sottostimare i veri rischi dell’essere in sovrappeso»; la ricerca, infatti, spiega che la relazione più grasso/meno massa muscolare è alla base dell’epidemia di obesità che sta dilagando nel mondo, Italia compresa. È noto che le proteine consentono l’aumento della massa muscolare e questo permette di svolgere attività fisica, con il conseguente migliore funzionamento del metabolismo e quindi l’eliminazione delle calorie in eccesso; se si assumono poche proteine invece, le calorie in eccesso si depositano come grasso ed è quindi più difficile eliminarle.
Per dimostrarlo, l’équipe di George Bray ha riunito per otto settimane i partecipanti alla ricerca in un centro specializzato in disturbi alimentari, il Pennington Biomedical Research Center di Baton Rouge, in Louisiana, dove ha sottoposto una parte di loro a una dieta povera di proteine (meno del 5%), per un’altra parte la dieta era rappresentativa di quella media americana, con il 15% di proteine, e la terza parte ha seguito una dieta iperproteica (25%); inoltre, sono stati sottoposti a una dieta che prevedeva il 40% in più di calorie rispetto alla loro dieta abituale, sotto continuo controllo e in assenza di attività fisica.
Trascorso il periodo di controllo, fra quelli che avevano seguito la dieta con poche proteine l’aumento di peso è stato mediamente di tre chili e mezzo ma il metabolismo è risultato rallentato, tanto che il 90% delle calorie in eccesso si è trasformato in massa grassa e la massa muscolare è invece diminuita di quasi un chilo; per quelli che avevano seguito la dieta con una percentuale media di proteine o la dieta iperproteica, l’aumento di peso è stato di sei/sette chili ma l’aumento di massa grassa si è limitato al 50%, mentre la massa muscolare non solo non è diminuita ma è cresciuta dai tre ai quattro chili. Inoltre, al contrario delle persone del primo gruppo, fra quelle che avevano seguito la dieta proteica o iperproteica si è registrato un aumento della capacità di bruciare energie a riposo, e di riuscire quindi a perdere il peso in eccesso più velocemente.

 

Fonte George A. Bray, MD et al – Effect of Dietary Protein Content on Weight Gain, Energy Expenditure, and Body Composition During Overeating, A Randomized Controlled Trial, JAMA. 2012;307(1):47-55

Potrebbero interessarti