Efficace l’automonitoraggio della glicemia

Uno studio italiano, lo studio Prisma, dimostra come l’autocontrollo strutturato del diabete di tipo 2 consenta, nei pazienti non trattati con insulina, di ottimizzare la gestione della malattia, con la stessa efficacia della terapia farmacologica; lo studio, multicentrico randomizzato, è stato condotto da un’équipe di studiosi italiani su 1024 pazienti che provenivano da 39 centri specializzati, sparsi su tutto il territorio nazionale.
Emanuele Bosi, direttore del Dipartimento di Medicina Interna dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, spiega: «I risultati ottenuti evidenziano come la misurazione della glicemia capillare secondo uno schema che stabilisce la frequenza e il momento delle misurazioni, consente di raggiungere e mantenere nel tempo un miglior controllo glicemico, senza effetti collaterali di rilievo». I pazienti che hanno partecipato allo studio sono stati divisi in due gruppi: uno con autocontrollo strutturato della glicemia effettuato quattro volte la giorno per tre giorni alla settimana, e l’altro, invece, con autocontrollo non strutturato. Dall’esame dei risultati sono emersi miglioramenti significativi dei livelli di emoglobina glicata (HbA1c) soltanto nei soggetti del primo gruppo, dimostrando così l’efficacia della personalizzazione dell’approccio alla gestione della malattia.
Secondo Marco Bacchini, presidente Federfarma di Verona, l’autocontrollo della glicemia rappresenta anche uno strumento di prevenzione: «…Il primo passo per avvicinare il possibile paziente che ignora totalmente di essere già diabetico o che presenta un elevato rischio di sviluppare la malattia». A Verona, durante la Giornata Mondiale contro il Diabete, nelle farmacie aderenti a Federfarma è stata offerta gratuitamente la possibilità di misurare la glicemia e di compilare un questionario di autovalutazione del rischio di diabete. Prisma è stato pubblicato sulla rivista Diabetes Care.

 

Fonte
Emanuele Bosi et al on behalf of the PRISMA Study Group. Intensive Structured Self-Monitoring of Blood Glucose and Glycemic Control in Noninsulin-Treated Type 2 Diabetes: The PRISMA randomized trial. Diabetes Care October 2013 36:2887-2894

Potrebbero interessarti

  • 6 luglio 2017I.M.L. – Cooperativa Iniziativa Medica LombardaIML, iniziativa no profit, è in grado di offrire ai medici di famiglia tutti gli strumenti necessari per la gestione della cronicità che, da soli, non potrebbero avere. Si occupa della fornitura di strumenti informatici sempre più avanzati e di supporto al telemonitoraggio e alla telemedicina. Posted in Regioni
  • 29 maggio 2017AMD presenta il Core Competence Curriculum del DiabetologoL’AMD presenta, in occasione del XXI Congresso Nazionale AMD, il Core Competence Curriculum del Diabetologo, strumento concreto in grado di favorire l’attuazione di un modello assistenziale integrato in ambito diabetologico in un’ottica di efficientamento delle prestazioni e di appropriatezza prescrittiva. Posted in Linee guida
  • 13 luglio 2017Diabete di tipo 1: quali sono i fattori predittivi di insufficienza renale cronica?Pubblicata su Scientific Reports, 12 giugno 2017, una nuova ricerca dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD) che ha coinvolto oltre 2.600 pazienti con diabete di tipo 1 (DT1) seguiti dai Centri di Diabetologia di tutta Italia. Posted in Nefropatia