Efficace l’automonitoraggio della glicemia

Uno studio italiano, lo studio Prisma, dimostra come l’autocontrollo strutturato del diabete di tipo 2 consenta, nei pazienti non trattati con insulina, di ottimizzare la gestione della malattia, con la stessa efficacia della terapia farmacologica; lo studio, multicentrico randomizzato, è stato condotto da un’équipe di studiosi italiani su 1024 pazienti che provenivano da 39 centri specializzati, sparsi su tutto il territorio nazionale.
Emanuele Bosi, direttore del Dipartimento di Medicina Interna dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, spiega: «I risultati ottenuti evidenziano come la misurazione della glicemia capillare secondo uno schema che stabilisce la frequenza e il momento delle misurazioni, consente di raggiungere e mantenere nel tempo un miglior controllo glicemico, senza effetti collaterali di rilievo». I pazienti che hanno partecipato allo studio sono stati divisi in due gruppi: uno con autocontrollo strutturato della glicemia effettuato quattro volte la giorno per tre giorni alla settimana, e l’altro, invece, con autocontrollo non strutturato. Dall’esame dei risultati sono emersi miglioramenti significativi dei livelli di emoglobina glicata (HbA1c) soltanto nei soggetti del primo gruppo, dimostrando così l’efficacia della personalizzazione dell’approccio alla gestione della malattia.
Secondo Marco Bacchini, presidente Federfarma di Verona, l’autocontrollo della glicemia rappresenta anche uno strumento di prevenzione: «…Il primo passo per avvicinare il possibile paziente che ignora totalmente di essere già diabetico o che presenta un elevato rischio di sviluppare la malattia». A Verona, durante la Giornata Mondiale contro il Diabete, nelle farmacie aderenti a Federfarma è stata offerta gratuitamente la possibilità di misurare la glicemia e di compilare un questionario di autovalutazione del rischio di diabete. Prisma è stato pubblicato sulla rivista Diabetes Care.

 

Fonte
Emanuele Bosi et al on behalf of the PRISMA Study Group. Intensive Structured Self-Monitoring of Blood Glucose and Glycemic Control in Noninsulin-Treated Type 2 Diabetes: The PRISMA randomized trial. Diabetes Care October 2013 36:2887-2894

Potrebbero interessarti

  • 16 marzo 2017Metformina: confermata terapia di prima linea nel trattamento del diabete tipo 2La metformina rappresenta il golden standard per il trattamento di prima scelta nel diabete di tipo 2 (DT2); quando necessario, la terapia combinata con una o più altre molecole deve iniziare precocemente. Sono alcune delle raccomandazioni inserite in un aggiornato documento sinottico dell’American Diabetes Association (ADA) , pubblicato online su Annals of Internal Medicine, il 14 marzo 2017. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali
  • 31 marzo 2017Promuovere il Patient Engagement nella gestione della cronicità: raccomandazioni per la praticaMercoledì 5 aprile 2017, all’Università Cattolica in largo Gemelli, Milano ricercatori, rappresentanti del mondo clinico, delle associazioni di pazienti e di volontariato e della politica si confronteranno nella Prima Conferenza di Consenso Italiana sul Patient Engagement (CCIPE) in ambito clinico-assistenziale per le malattie croniche, tra cui il diabete. Posted in Linee guida
  • 27 aprile 2017Il Diabete giovanile: se ne parlerà il 6 maggio a NovaraObiettivo dell’incontro del 6 maggio è quello di far conoscere, condividere esperienze e saperne di più sul ‘mondo del diabete giovanile’, un tema che interessa sempre più famiglie italiane e che è particolarmente critico sia per il periodo delicato di crescita dell’adolescenza sia per lo stile di vita troppo spesso non adeguato. Posted in Fabio Braga