Il rischio di complicanze del diabete ridotto del 40% con il microinfusore

Secondo Star 3, lo studio clinico presentato al Congresso dell’American Diabetes Association e pubblicato sul New England Journal of Medicine, un microinfusore di insulina integrato con il controllo continuo della glicemia potrebbe ridurre del 40% il rischio di complicanze nei pazienti con diabete di tipo 1 insulinodipendenti.
Lo studio ha coinvolto 329 adulti e 156 fra bambini e adolescenti ai quali la terapia con il microinfusore ha ottenuto una riduzione del livello di emoglobina glicata di quattro volte superiore rispetto alla terapia multiniettiva, abbassandolo dello 0,8% contro lo 0,2% (da 8,3% a 7,5% anziché da 8,3% a 8,1%).
Il presidente dall’Amd (Associazione Medici Diabetologi) ha dichiarato che «Questo studio rappresenta una pietra miliare della terapia con microinfusore e controllo in continuo del glucosio combinati in un unico sistema e può ridefinire lo standard terapeutico di riferimento; la soluzione con il sistema integrato è quella tecnologicamente più evoluta per gestire il diabete di tipo 1, una patologia che in Italia interessa oltre 200mila persone. Purtroppo, però, l’utilizzo dei microinfusori e dei sistemi integrati in Italia è riservata ai casi più impegnativi mentre in altri paesi sono impiegati di routine».

 

 

Fonte: 22 luglio 2010, unita.it

Potrebbero interessarti

  • 7 dicembre 2016Disponibile anche in Italia, la nuova insulina rapida Lispro U200, “2×1”Un’iniezione più ‘soft’ e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire, semplificando così la vita dei pazienti adulti con diabete mellito. Posted in Insulina
  • 2 novembre 2016DT1: Tre riflessioni sul trapianto di pancreas o di isoleNel corso di un recente incontro organizzato da AGD Bologna al Policlinico Sant’Orsola, il 24 ottobre 2016, abbiamo ascoltato l’intervento del Dott. Giacomo Lanzoni, del team del Prof Luca Inverardi e Camillo Ricordi, Diabetes Research Institute, University of Miami. Posted in Ricerca scientifica
  • 23 ottobre 2016Il diabete di tipo 1 in ItaliaSono 18mila, secondo i dati della Siedp, i bambini e gli adolescenti colpiti in Italia dal diabete tipo 1, la forma più grave della malattia che richiede la somministrazione dell’insulina, attraverso iniezioni da quattro a sei volte al giorno oppure l’impiego del microinfusore. Posted in Diabete di tipo 1