La circolazione del sangue

Il sangue circola nel nostro organismo attraverso due sistemi: polmonare e generale, tramite una fitta rete interconnessa di arterie, vene e capillari.
Nel circolo polmonare, il sangue povero di ossigeno e ricco di anidride carbonica e sostanze di scarto, viaggia dal cuore destro ai polmoni, dove viene nuovamente ossigenato prima di ritornare al cuore sinistro. Il sangue ossigenato si immette nel circolo generale e da qui viene pompato in tutti i tessuti dell’organismo.

 

La circolazione del sangue

 

Vasi sanguigni della testa e degli arti superiori

Hanno origine dall’arteria carotide comune e dall’arteria succlavia, grosse diramazioni arteriose che partono dall’arco aortico e a loro volta si diramano in vasi di calibro sempre più piccolo (capillari) che irrorano tutti gli organi periferici.

 

Aorta

E’ il più grande vaso sanguigno del corpo. Ha origine dal ventricolo sinistro del cuore. Trasporta il sangue ossigenato a tutti i tessuti tranne i polmoni.

 

Arteria polmonare

Questa arteria si ramifica dopo aver lasciato il ventricolo destro: ogni ramo raggiunge un polmone. Trasporta il sangue povero  di ossigeno ai polmoni.

 

Vena cava superiore

Questa grande vena trasporta il sangue povero di ossigeno dalla testa e dalle braccia all’atrio destro.

 

Vene polmonari

Il sangue ossigenato dai polmoni ritorna nell’atrio sinistro attraverso le 4 vene polmonari.

 

Vena cava inferiore

Il sangue povero di ossigeno ritorna dalla parte inferiore del corpo e dalle gambe nell’atrio destro attraverso la vena cava inferiore.

 

Vasi sanguigni del tronco e degli arti inferiori

Hanno origine dalle progressive diramazioni dell’aorta discendente che restringendosi arteria iliaca comune, arteria femorale, arteria poplitea, arteria tibiale/peronea, arterie del piede ( metatarsale, arcuata, plantare, digitale dorsale).

 

 

 

Fonte
AAVV – Trattato di anatomia umana, Edi Ermes Ed, 2006

Potrebbero interessarti