La testimonianza di Cinzia e Trilly: cane in addestramento per segnalare ipoglicemie

Al telefono Cinzia, la giovane proprietaria di Trilly, una cagnolina dolcissima in addestramento secondo il programma Greendogs®, ci racconta come progressivamente Trilly sia in grado di rilevare e segnalare l’avvicinarsi di una crisi ipoglicemica o iperglicemica.

 

“… mentre stavamo giocando, lei si ferma d’improvviso, mi guarda con i suoi occhioni grandissimi, e comincia a muovere le narici, sta ferma immobile muovendo le narici… eseguo il controllo, e il livello della glicemia era sceso effettivamente di 78…. Sono veramente contenta e orgogliosa di questi evidenti progressi che le hanno consentito di riconoscere il rischio di picchi ipoglicemici. Sono veramente contenta di essermi fidata, sta andando veramente bene.”

“E’ successo già diverse volte che mi abbia segnalato glicemie di 71, 67, 78, 80 come glicemia ….. e poi succede anche per glicemie superiori a 220, con la stessa modalità di avvertimento.”

Comincio a sentirmi sempre più sicura, grazie al mio angioletto custode, poi vedere i risultati che piano piano si vanno concretizzando mi emoziona perché vedo anche la sua bravura, è molto attenta, anche quando è presa dal suo gioco, non si dimentica di me e questo mi fa stare veramente bene.”

 

Il programma di addestramento per cani diabetici Greendogs®, di cui è Responsabile unica la d.ssa Daniela Cardillo, è studiato e svolto sulla base delle effettive esigenze e richieste della singola persona con diabete di tipo 1, di qualsiasi età. “Lavoriamo con i cani già presenti in famiglia, in modo che possano imparare a sfruttare il loro olfatto per un compito molto utile quando si parla di diabete di tipo 1. L’auto-monitoraggio del glucosio nel sangue è molto importante nella gestione della malattia. Il cane è in grado di rilevare dalla saliva della persona con diabete, se ci sono sensibili variazioni di glucosio nel sangue.” sottolinea la d.ssa Cardillo che è disponibile per qualsiasi richiesta di informazione, su tutto il territorio italiano; basta scrivere un’email al seguente indirizzo: info@greendogs.it

 

Per maggiori informazioni sul Programma per Cani Diabetici di Greendogs®

www.greendogs.it

www.caniperdiabetici.it

Potrebbero interessarti

  • 24 ottobre 2016Il diabete nei bambini “opprime” mamma e papàLa principale ansia per i genitori di un bambino con diabete? La riduzione del livello di zuccheri nel sangue e le crisi di ipoglicemia. È questo il vero incubo per 7 genitori su 10, secondo l’indagine internazionale DAWN Youth promossa da International Diabetes Federation (IDF) e International Society for Pediatric and Adolescent Diabetes (ISPAD). Posted in Diabete di tipo 1
  • 23 ottobre 2016Il diabete di tipo 1 in ItaliaSono 18mila, secondo i dati della Siedp, i bambini e gli adolescenti colpiti in Italia dal diabete tipo 1, la forma più grave della malattia che richiede la somministrazione dell’insulina, attraverso iniezioni da quattro a sei volte al giorno oppure l’impiego del microinfusore. Posted in Diabete di tipo 1
  • 2 novembre 2016DT1: Tre riflessioni sul trapianto di pancreas o di isoleNel corso di un recente incontro organizzato da AGD Bologna al Policlinico Sant’Orsola, il 24 ottobre 2016, abbiamo ascoltato l’intervento del Dott. Giacomo Lanzoni, del team del Prof Luca Inverardi e Camillo Ricordi, Diabetes Research Institute, University of Miami. Posted in Ricerca scientifica