Nuovo trattamento del diabete dalla manipolazione cellulare

Al Forum Mediterraneo in Sanità 2011, che si è tenuto nei giorni scorsi a Palermo, sono stati presentati i risultati della sperimentazione di una nuova terapia per la cura del diabete, messa a punto da una squadra di specialisti dell’Università di Palermo, che è basata sulla manipolazione cellulare per produrre insulina e coinvolge la zona oculare che si trova fra la cornea e la sclera.
La ricerca già alla fine dell’anno scorso ha ottenuto un brevetto internazionale; la professoressa Carla Giordano, che ha coordinato il gruppo di ricercatori spiega: « Abbiamo preso spunto da tecniche di medicina rigenerativa per sostituire nell’organismo le cellule che producono insulina.
Le sperimentazioni oggi più interessanti sono quelle sulle cellule staminali embrionali, cellule pluripotenti che sono in grado di dare origine ad altre per la ricostruzione di organi ma fino a ora poche di questa cellule hanno dimostrato la capacità di produrre insulina. Stiamo sperimentando in una zona dell’occhio vicinissima alla cornea che è ricchissima di staminali: in quest’area le cellule riescono a moltiplicarsi fino al 77% di quelle trattate, mantenendo la loro stabilità cromosomica, e ottenendo in 15 giorni un’ottima produzione di cellule produttrici di insulina».

 

 
Fonte 25 maggio 2011, agi.it

Potrebbero interessarti

  • 19 settembre 2017DT2, Studio DEVOTE: meno ipoglicemie gravi, più basso rischio di mortalitàI nuovi risultati dello studio DEVOTE, primo studio sugli esiti cardiovascolari che confronta le due insuline basali degludec e glargine, in pazienti con diabete di tipo 2, sono stati presentati al recente 53° Congresso dell’#EASD2017 (European Association for the Study of Diabetes) di Lisbona e pubblicati in contemporanea sulla prestigiosa rivista scientifica Diabetologia. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali
  • 18 settembre 2017Da Cortina a Dobbiaco, in bici con il diabete di tipo 1Con il DT1 si può, anche pedalare insieme. Era questo l’obiettivo della pedalata per persone con diabete di tipo 1, non a scopo competitivo ma per far comprendere come i pazienti insulino-dipendenti possano condurre una vita normale e affrontare qualsiasi sfida, anche in ambito sportivo. Posted in NEWS - 2017
  • 25 settembre 2017Diabete tipo 1: la ricerca scientifica di Novara passa dal DRI di MiamiFirmato un importante accordo di collaborazione tra la Diabetologia dell’ Ospedale Maggiore della Carità di Novara e il Diabetes Research Institute (DRI), centro di eccellenza di Miami diretto dal professor Camillo Ricordi, che ha costruito e realizzato la tecnica e le strutture per il trapianto di insule pancreatiche nell'adulto con diabete. Posted in Fabio Braga