10 regole per andare d’accordo con il vostro glucometro

  1. Scegliete con il diabetologo o altro professionista competente il glucometro più adatto alle vostre esigenze e stile di vita.
  1. Prendete confidenza con il glucometro, leggete attentamente le istruzioni. In caso di dubbi, chiamate il produttore; in genere è disponibile un numero verde. Chiedete e conservate la garanzia (alcuni produttori danno la possibilità di richiederla per telefono o per email o nel sito).
  1. Seguite sempre le istruzioni per il buon mantenimento del glucometro e controllate la precisione periodicamente. In caso ci sia qualcosa che non va o abbiate dei dubbi, contattate il servizio clienti del produttore. Di solito mette sempre a disposizione un numero verde. Vale la pena informarsi.
  1. Controllate regolarmente la batteria e la data di scadenza di tutti gli accessori del kit di autocontrollo della glicemia.
  1. Prendete nota in un diario personale dei valori osservati. Ogni tanto riguardate l’andamento nel suo complesso per essere consapevoli delle eventuali variazioni e per avere sempre in mente la visione globale dell’andamento della vostra glicemia nelle varie occasioni. Provate a fare confronti, a vedere che cosa cambia quando uscite a cena, o fate sport, o partite nel weekend per una gita etc..
  1. Non lasciatevi abbattere quanto i valori sono troppo alti: non vale la pena rovinarsi la giornata per questo. Il ragionamento da fare è: “Meno male che ho misurato la glicemia e mi sono resa conto che è alta; adesso so cosa fare per abbassarla”. La possibilità di controllare la propria glicemia grazie al glucometro rappresenta uno strumento strategico per l’autonomia del diabetico. Gli consente una continua messa a punto per una gestione ottimale del diabete in ogni occasione.
  1. Quando andate dal diabetologo o dal team di cura del Centro, portate con voi il vostro diario del diabete. E’ l’occasione per poter chiedere tutto ciò che volete e sciogliere qualsiasi dubbio anche il più banale. Accertatevi con il medico se state facendo tutto il possibile. Tra una visita e l’altra annotate sul diario tutte le domande che vi sorgono.
  1. Se non riuscite a raggiungere e/o a mantenere i vostri valori target di glicemia ed emoglobina glicata, stabiliti in precedenza, parlatene con il vostro medico che valuterà che cosa è meglio fare.
  1. Cercate di imparare il massimo da ciascuna misurazione per diventare sempre più autonomi nella gestione della malattia: valutate come reagisce la vostra glicemia e comportatevi di conseguenza.
  1. Conservate il glucometro con cura, in un ambiente fresco, possibilmente senza sbalzi di temperatura o eccessiva umidità che possono creare una condensa all’intero dello strumento con conseguente alterazione dell’affidabilità dei risultati.

Potrebbero interessarti