Che cosa fare in caso di bolla o flittene

  • Accertare sempre la causa di una vescica da professionisti podologi o infermieri specializzati.
  • Le vescicole possono essere tamponate con un antisettico diluito e bendate con garza sterile o drenate. Le flittene molto tese andrebbero drenate.
  • Il podologo effettuerà probabilmente un’incisione a croce della superficie della vescica, in modo da evacuare il contenuto e ispezionare la lesione alla base. Le vesciche possono quindi essere ricomposte e la lesione protetta con garza sterile.
  • Evitare tassativamente di fare questa operazione da soli o da parte di familiari e/o amici.
  • Le ulcere ischemiche, le lesioni da carico e i corpi estranei possono in una prima fase presentarsi sotto forma di vesciche. Se le vesciche molto estese sviluppano un’infezione secondaria, questa rappresenta un problema da sottolineare immediatamente al proprio podologo o team specializzato.

Potrebbero interessarti

  • 9 Giugno 2021Pancreas 404: un progetto di comunità di giovani adulti con diabetePancreas 404 è un progetto collettivo nato dall’incontro di giovani adulti con diabete (in particolare diabete tipo 1) da tutta Italia. Un semplice filo narrativo unisce tutte le storie: Cos’è per te il diabete? Posted in Progetti
  • 9 Giugno 2021Sardegna: prima Regione per incidenza di diabete tipo 1La Sardegna è la Regione italiana con la maggiore incidenza di diabete di tipo 1 in Italia e, probabilmente, tra le maggiori per diabete tipo 2 di cui però manca un registro epidemiologico. Posted in Regioni
  • 7 Giugno 2021La pandemia diabete in Regione SardegnaLa Regione Sardegna presenta forti criticità epidemiologiche per il diabete. Da sempre detiene il triste primato italiano di incidenza di diabete di tipo 1, con oltre 12.000 adulti, più di 1.500 under 18 e circa 120 nuovi casi di diabete tipo 1 diagnosticati nella fascia di età 0-14 anni. Posted in Regioni