Convalescenza dopo intervento di glaucoma: quali raccomandazioni per proteggere l'occhio operato

Quali sono le raccomandazioni dopo un intervento per glaucoma?

Con la consulenza degli Esperti di CAMO, Centro Ambrosiano Oftalmico, primo centro in Italia con Global Safe Site, certificato di massima sicurezza**

 

Quali sono le principali regole da rispettare nei primi giorni dopo un’operazione per glaucoma? Riassumiamo di seguito le principali raccomandazioni per la migliore convalescenza dopo intervento di glaucoma, sottolineando l’importanza di attenersi a quanto ricevuto dal proprio chirurgo oculista. Ogni persona è un mondo a sé e questo vale anche per gli occhi.

 

Quando togliere la benda

Dopo un’operazione di glaucoma, la benda sull’occhio operato non sempre è necessaria ma può comunque essere utile e tranquillizzare la persona soprattutto per i primi 2-3 giorni soprattutto se si sentono fastidi dovuti ai punti di sutura. Tali punti vengono in genere rimossi in ambulatorio in modo del tutto indolore.

 

Somministrazione di collirio o pomata dopo un’operazione di glaucoma

  • Lavare bene le mani
  • Mettersi comodi in posizione seduta o sdraiata a letto
  • Aprire entrambi gli occhi e guardare in alto
  • Non toccare le ciglia e non premere sull’occhio operato
  • Agitare il flaconcino
  • Abbassare leggermente la palpebra inferiore dell’occhio operato
  • Applicare le gocce indicate o la pomata (solo nell’occhio operato)
  • In caso di prescrizione di più di un collirio, aspettare qualche minuto
  • Applicare il secondo collirio, sempre nella tasca della palpebra inferiore

 

Pulizia quotidiana dell’occhio operato durante la convalescenza dopo intervento di glaucoma

  • Detergere delicatamente le palpebre dell’occhio, una o due volte al giorno con una salviettina sterile umida.
  • Lavarsi il viso normalmente, facendo attenzione a non premere sull’occhio operato e a non fare entrare sapone o shampoo.

 

Somministrazione di farmaci antidolorifici

Dopo un’operazione di glaucoma, in caso di dolori all’occhio o alla testa, può essere utile – senza esagerare – l’utilizzo di un comune farmaco antidolorifico. Chiedere, comunque, sempre consiglio al proprio oculista di riferimento

 

Posizione durante il sonno nei primi giorni di convalescenza da operazione di glaucoma

  • Si consiglia di dormire in posizione semiseduta o con alcuni cuscini; ciò per impedire l’eccessivo afflusso di sangue nella regione oculare che potrebbe favorire un’emorragia
  • conchiglia copriocchio trasparenteProteggere l’occhio operato con un’apposita conchiglia copriocchio di plastica trasparente (in genere viene fornita alla dimissione, comunque si può acquistare in farmacia o nei negozi di sanitari): protegge l’occhio da eventuali traumi o strofinamenti durante il sonno. Protetti si dorme più tranquilli e rilassati. Fissarla bene con alcuni cerotti.
  • Per almeno un mese non dormire dal lato dell’occhio operato senza protezione.

 

Uso di occhiali scuri

  • È utile tenerli tutta la giornata, soprattutto nei primi giorni dopo l’intervento per proteggere l’occhio da luce, polvere, aria ed eventuali traumi
  • In totale, vanno messi per almeno le prime due settimane post-intervento

 

Visite di controllo dopo un intervento di glaucoma

  • Dopo la prima visita, il giorno dopo l’intervento le visite oculistiche successive saranno ravvicinate subito dopo l’operazione per poi essere progressivamente diradate in base alla situazione individuale
  • Le complicanze sono rare e se si seguono i controlli, è possibile risolverle in tempo e bene.

 

Intervento di glaucoma: le attività che si possono svolgere durante la convalescenza

  • Leggere e guardare la televisione (per brevi periodi)
  • Radersi e lavarsi il viso, facendo ovviamente attenzione all’occhio operato
  • Fare il bagno nella vasca. Per la doccia o per lavare i capelli, è bene aspettare almeno 2-3 giorni o più in base alla singola situazione (comunque i  primi giorni tenere l’occhio operato chiuso durante queste operazioni).
  • Il phon può essere utilizzato mantenendolo lontano dall’occhio operato
  • Camminare e fare passeggiate, meglio in orari in cui la luce è meno intensa.

 

Le attività che vanno rimandate dopo la convalescenza

  • Sforzi intensi (sollevare un bambino, portare i sacchetti della spesa, sollevare pesi superiori a 10 chili, ecc) che possono provocare emorragie
  • Piegamenti repentini, per esempio per raccogliere qualcosa per terra o per infilarsi le calze o allacciarsi le scarpe (è importante farlo solo dopo avere appoggiato il piede su una sedia o un altro appoggio)
  • Attività fisica e sport che possono creare problemi all’occhio: per es. nuoto, palestra
  • Sostare e/o lavarsi in ambienti malsani o polverosi (cantieri o simili)
  • Le attività d’ufficio possono essere riprese dopo 6-7 giorni, previo consiglio del medico

 

 

LEGGI ANCHE

Glaucoma: manifestazioni, fattori di rischio, diagnosi precoce e cura »

Esiste una cura per il glaucoma? »

 

 

** CAMO, il Centro Ambrosiano Oftalmico, è un centro oculistico d’eccellenza con sede a Milano. Fondato dal Dott. Lucio Buratto, rappresenta da sempre il punto di riferimento dell’oculistica italiana ed internazionale nell’ambito del segmento anteriore e posteriore dell’occhio, per la diagnostica, la correzione  e la cura dei difetti e della patologie visive.
Il Centro Ambrosiano Oftalmico è specializzato nella cura della cataratta, delle patologie della retina e della cornea, ed è fra i centri pionieri nel trattamento dei difetti come miopiamiopia forteipermetropiaastigmatismo e presbiopia tramite intervento laser o altre tecniche chirurgiche come l’impianto di lenti intraoculari.
CAMO punta da sempre sulla tecnologia d’avanguardia e tutti i macchinari sono di ultima generazione, al passo con i tempi e le nuove esigenze della chirurgia oftalmica.
All’avanguardia per le terapie ma anche nella gestione dei rischi legati alla pandemia ha ricevuto, primo Centro in Italia, l’attestato Global Safe Site. Si tratta di una certificazione rilasciata da Bureau Veritas, società leader mondiale per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Conferma l’adozione di processi di sicurezza e sanificazione della struttura a tutela dei pazienti e di chi vi lavora.

Per saperne di più: www.camospa.it

 

 

Potrebbero interessarti