Algoritmo AIFA per la gestione del diabete mellito di tipo 2

Un chiaro esempio della possibilità di collaborare tra Autorità regolatoria e Società Scientifiche per perseguire l’obiettivo comune dell’appropriatezza delle cure. È quanto dichiarato dal  prof. Antonio Ceriello, Presidente AMD sull’algoritmo terapeutico per il diabete mellito di tipo 2 realizzato da AIFA in collaborazione con la AMD-Associazione Medici Diabetologi e la SID-Società Italiana di Diabetologia.

L’obiettivo del nuovo algoritmo terapeutico per il diabete di tipo 2 proposta da AIFA è utile e vantaggioso non solo per il Sistema Sanitario, ma anche per i medici e la popolazione, perché permette un miglior utilizzo delle risorse. Di fronte al progressivo invecchiamento della popolazione e all’aumento del carico delle patologie croniche, infatti, non è più pensabile dare tutto a tutti. D’altro canto, non è neanche ipotizzabile limitare – per meri fini economici – l’impiego delle innovazioni terapeutiche.
“Oggi, per curare il diabete, disponiamo di 10 classi di farmaci; sappiamo che quanto prima affrontiamo con le cure farmacologiche la malattia, tanto migliori saranno i risultati nel medio e lungo termine;” ha affermato il prof. Ceriello “abbiamo imparato a non pensare solo alla glicemia delle persona, ma alla persona con diabete nel suo complesso, al suo stile di vita, alle sue eventuali fragilità: la terapia deve essere personalizzata e individualizzata.”

Già da diversi anni l’Associazione Medici Diabetologi (AMD) ha sviluppato e reso disponibile un algoritmo o meglio una serie di algoritmi per la personalizzazione della terapia del diabete di tipo 2, largamente diffusi e impiegati nel nostro Paese e che hanno riscontrato interesse anche da parte di organizzazioni internazionali.
L’AMD, che rappresenta i medici che operano all’interno degli oltre 600 centri di diabetologia del Servizio Sanitario Nazionale, saluta con grande piacere questo nuovo importante passo.

 

Fonti:
– Dichiarazione del prof. Antonio Ceriello, Presidente AMD »
– COMUNICATO STAMPA – ALGORITMO AIFA TESTIMONIA COLLABORAZIONE TRA AUTORITÀ  REGOLATORIA E SOCIETÀ SCIENTIFICHE. Dichiarazione prof. Antonio Ceriello, Presidente AMD
Ufficio Stampa HealthCom Consulting Srl

Potrebbero interessarti

  • 31 dicembre 2017Adesione alla terapia per il diabeteL’adesione alla terapia antidiabetica è uno dei principali fattori che concorrono al buon controllo del diabete nel tempo e al minor rischio di complicanze. Una scarsa aderenza terapeutica ha ricadute negative sul controllo della malattia. Posted in Adesione alla terapia
  • 6 dicembre 2017Torino: nuova tappa del Cities Changing Diabetes® ProgramNella Città metropolitana, capoluogo della Regione Piemonte, risiedono quasi 121 mila persone con diabete, il 5,3 per cento della popolazione censita, un record negativo per il Nord Italia; dagli esperti un invito alle amministrazioni cittadine a farsi carico della promozione della salute e della prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili come diabete tipo 2 e obesità. Posted in Mondo, Europa
  • 7 dicembre 2017In Italia, il diabete è tra i temi di salute più ricercati sul webSecondo la 4° edizione del Diabetes Web Observatory, 2017 si ricerca in rete più al Sud, in particolare in Calabria, Puglia, Basilicata. Il 75 per cento delle persone utilizza le app per raccogliere e condividere informazioni sul mondo del diabete, in base all’osservatorio Diabetes Monitor, 6° Ed, 2017. Le persone con diabete sentono di più il bisogno di discutere con il proprio medico […] Posted in Italia