Alti livelli di GGT predicono rischio diabete in soggetti normopeso

Un livello elevato di gamma glutamil transferasi (GGT) è il più forte predittore per l’incidenza del diabete di tipo 2 dopo l’iperglicemia per individui con indice di massa corporea (BMI) inferiore a 27 kg/m2.
I ricercatori dell’Institute National de la santé et de la recherche médicale (INSERM) di Rennes, in Francia, hanno esaminato i dati provenienti dal DESIR (uno studio epidemiologico sulla sindrome da resistenza all’insulina) per capire l’associazione tra l’incidenza del diabete di tipo 2 e i marcatori epatici.
Sul totale soggetti presi in considerazione, all’inizio dello studio 2947 avevano BMI inferiore a 27 kg/m2 (normopeso) e 879 avevano un indice di massa corporea pari o superiore a 27 kg/m2 (sovrappeso o obesi). Durante il periodo di osservazione 92 soggetti con peso normale e 111 soggetti sovrappeso o obesi hanno sviluppato il diabete di tipo 2.
I ricercatori hanno trovato che l’indicatore più forte per l’incidenza del diabete era l’iperglicemia a digiuno. Il secondo indicatore per individuare nel gruppo dei non obesi coloro che erano a richio di sviluppare il diabete si è rivelato invece il livello di gamma glutamil transferasi (GGT): quando era pari o superiore a 20 U/l il rischio di diventare diabetici per soggetti normopeso aumentava del 59%. Al contrario, questo dato non era significativamente associato al rischio diabete fra gli individui sovrappeso o obesi.
Altri elementi che, seppur in misura minore, aiutano a predire il rischio di diabete sia in soggetti normopeso che in soggetti obesi sono i trigliceridi e l’alanina aminotransferasi.
Un moderato aumento del livello di concentrazione di GGT sembra quindi essere un importante segnale per prevedere la futura comparsa del diabete di tipo 2, e potrebbe sicuramente essere un valido aiuto per intervenire in tempo e prevenire questa malattia.

 

 
Fonte: 24 novembre 2009, Diabetologia; Advance online publication

Potrebbero interessarti

  • 16 febbraio 2017Insulina degludec rimborsabile (classe A) anche in bambini e adolescentiIl 10 febbraio è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Determina dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) per la rimborsabilità dell’indicazione in pediatria dell’insulina degludec (Tresiba®) per il trattamento del diabete tipo 1 in bambini dall’età di 1 anno. Posted in NEWS - 2017
  • 19 aprile 2017Urbanizzazione e salute: due facce della stessa medagliaEntro il 2030, 1 miliardo e mezzo di persone si sposterà dalle campagne alle città, provocando l’urbanizzazione di 1,5 milioni di chilometri quadrati. Fenomeno sociale inarrestabile e tendenza irreversibile, che va gestito e studiato dal punto di vista di: assetto urbanistico, trasporti, contesto occupazionale, ma soprattutto salute pubblica, perché è indissolubilmente legato […] Posted in Mondo, Europa
  • 25 aprile 2017Agd Novara 2016: un anno denso di attività, nuovi progetti e iniziativeÈ passato un anno dalla nomina - il 9 aprile 2016 – del nuovo Consiglio Direttivo di Agd Novara, un anno incalzante e propizio per lo sviluppo e la messa in pratica di innumerevoli attività e l’avvio di nuovi progetti ed iniziative rivolte al vasto territorio di competenza dell’Associazione novarese. Posted in Fabio Braga