La cura e l’igiene quotidiana dei piedi

I piedi sono organi molto delicati, sottoposti a un costante lavoro: camminano, corrono, saltano e soprattutto sostengono il peso di un corpo in continuo movimento.

Sui piedi si basa buona parte del sistema circolatorio periferico, perché dal reticolo di vasi venosi situati nella pianta del piede, il sangue risale verso la parte superiore del corpo.
In più, per buona parte della giornata sono costretti in calzature che talvolta possono essere poco confortevoli e/o avvolti da tessuti non sempre naturali. La conseguenza può essere una traspirazione insufficiente, con conseguente secchezza e ruvidità della pelle.
Il contatto con le scarpe, inoltre, crea una serie di problemi: calli, duroni, gonfiori e anomalie delle unghie che nel soggetto diabetico possono acuirsi.

Ai piedi, dunque, vanno riservate attenzioni specifiche: pratiche igieniche quotidiane, cure dolci e trattamenti di bellezza che ne conservino a lungo benessere e salute.

Una buona cura dei piedi è molto importante per prevenire le complicazioni del diabete e deve rientrare nell’abituale igiene personale. I piedi devono essere lavati e osservati ogni giorno. Possono comparire arrossamenti, piccole ferite, graffi e/o ulcerazioni e un maggior rischio di infezioni che vanno tenuti sotto controllo.

 

 

Una sana circolazione ai piedi favorisce il benessere dei tessuti e può essere favorita
mantenendo un buon controllo del diabete, seguendo un’alimentazione corretta, facendo regolare attività fisica e smettendo di fumare.

Con un corretto approccio diagnostico e la cura adeguata, è possibile guarire
le lesioni ulcerose del piede e ridurre così il rischio di amputazione
degli arti inferiori.

Potrebbero interessarti

  • 10 luglio 2017La salute della bocca non va in vacanzaL’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica (AIOP) propone un vademecum con i suggerimenti utili a far sì che la pausa estiva sia un’occasione per prenderci cura della salute dei nostri denti. Posted in Viaggi e vacanze
  • 31 maggio 2017I rischi del fumoIl fumo è considerato il principale fattore di rischio per le patologie respiratorie, malattie cardiovascolari, tumori al polmone, al cavo orale, laringe e diversi tipi di neoplasie. Il fumo, attivo o passivo, produce nell’organismo diversi effetti dannosi, tra cui un maggior rischio di diabete di tipo 2. Posted in Fumo
  • 7 giugno 2017Depressione: sottovalutata da molte persone con diabete, tumori e malattie reumaticheLa depressione colpisce il 2% di chi ha il diabete, quasi un malato di tumore su 6 e 1 persona su 4 con malattie reumatiche; sottovalutata perché considerata dal 41% una semplice conseguenza della propria malattia. Posted in Aspetti psicologici