Diabete: la terapia personalizzata fa scuola nel mondo

È “made in Italy” il modello di cura personalizzato del diabete che potrebbe essere implementato a livello internazionale: la notizia viene da Lisbona, dove si sta svolgendo il 47° Congresso della European Association for the Study of Diabetes (EASD).
Il documento di consenso realizzato dall’Associazione Medici Diabetologi (AMD) prevede infatti cinque diversi profili di paziente con diabete in base all’età e alle comorbilità presenti, che consentono di stratificare il rischio e di associare a ogni individuo uno schema e un sottoschema di terapia. L’ultimo passaggio è direttamente in mano al paziente e prevede l’a utomonitoraggio dei valori glicemici in diversi momenti della giornata, prima e dopo i pasti e consente di individuare i momenti più critici.
Le opzioni terapeutiche a questo punto del percorso sono diverse, dalla metformina, sintetizzata oltre 50 anni fa, fino a linagliptin, inibitore dell’enzima DPP-4 registrato dall’A genzia europea del farmaco (EMA) a fine agosto.[continua…]

 
Fonte 14 settembre 2011, MediciOggi.com

Potrebbero interessarti

  • 27 settembre 2017Diabete tipo 1: La ricerca va incontro ai bisogni dei ragazziMigliorare la qualità di vita delle persone con diabete di tipo 1 oggi si può: il futuro è sempre più vicino. Un board di diabetologi pediatri ha presentato un nuovo documento per raccomandare l’utilizzo del sensore per il monitoraggio della glicemia il 100% del tempo negli adolescenti con diabete di tipo 1. Posted in Nuove tecnologie
  • 16 ottobre 201714-20 novembre 2017: nelle farmacie aderenti, screening gratuito della glicemiaDiabete: in occasione della Giornata Mondiale del Diabete 2017, è prevista la prima Campagna Nazionale di Screening nelle Farmacie aderenti. Dal 14 al 20 novembre, offriranno gratuitamente l’autoanalisi della glicemia ai cittadini che lo desiderano e li sottoporranno a un questionario anonimo. Posted in NEWS - 2017
  • 18 settembre 2017Da Cortina a Dobbiaco, in bici con il diabete di tipo 1Con il DT1 si può, anche pedalare insieme. Era questo l’obiettivo della pedalata per persone con diabete di tipo 1, non a scopo competitivo ma per far comprendere come i pazienti insulino-dipendenti possano condurre una vita normale e affrontare qualsiasi sfida, anche in ambito sportivo. Posted in NEWS - 2017