Diagnosi del diabete gestazionale già dalla prima visita

Nel corso del V Congresso Nazionale Centro Studi e Ricerche – Fondazione AMD (Associazione Medici Diabetologi) Antonino Di Benedetto, coordinatore del Gruppo di Studio Diabete e Gravidanza, ha spiegato che già dalla prima visita ginecologica, all’inizio della gravidanza, si potrebbe diagnosticare il diabete gestazionale, che colpisce il 10% delle gestanti e che nella maggior parte dei casi scompare dopo il parto.
Come ha spiegato Di Benedetto «È sufficiente la tempestiva misurazione della glicemia nel corso della prima visita per conoscere in anticipo se si svilupperà il diabete; questa è la patologia più frequente in gravidanza, in genere si risolve dopo il parto ma se non è prevenuta e curata, una donna su tre rischia di contrarre il diabete di tipo 2 nei cinque anni successivi. Con questa nuova diagnosi precoce crescerà il numero di donne cui sarà diagnosticato il diabete gestazionale (passerà dal 10 al 18-20%) ma è importante che tutte le future madri lo eseguano oltre agli altri di routine per la diagnosi del diabete gestazionale al sesto mese di gravidanza. Durante il congresso sono state discusse le ‘Linee guida sul diabete gestazionale’: fra le cause che predispongono alla malattia ci sono il sovrappeso, la familiarità di primo grado con il diabete e la maternità affrontata dopo i 35 anni. Le conseguenze del diabete gestazionale non sono solo per la madre ma anche per il feto, che durante la gestazione si nutre di troppi zuccheri: dalla microsomia (crescita disarmonica) all’obesità, dalla predisposizione al diabete alle malattie cardiovascolari».

 

 

 

Fonte: 19 novembre, asca.it

Potrebbero interessarti

  • 16 ottobre 201714-20 novembre 2017: nelle farmacie aderenti, screening gratuito della glicemiaDiabete: in occasione della Giornata Mondiale del Diabete 2017, è prevista la prima Campagna Nazionale di Screening nelle Farmacie aderenti. Dal 14 al 20 novembre, offriranno gratuitamente l’autoanalisi della glicemia ai cittadini che lo desiderano e li sottoporranno a un questionario anonimo. Posted in NEWS - 2017
  • 27 settembre 2017Diabete tipo 1: La ricerca va incontro ai bisogni dei ragazziMigliorare la qualità di vita delle persone con diabete di tipo 1 oggi si può: il futuro è sempre più vicino. Un board di diabetologi pediatri ha presentato un nuovo documento per raccomandare l’utilizzo del sensore per il monitoraggio della glicemia il 100% del tempo negli adolescenti con diabete di tipo 1. Posted in Nuove tecnologie
  • 25 settembre 2017Diabete tipo 1: la ricerca scientifica di Novara passa dal DRI di MiamiFirmato un importante accordo di collaborazione tra la Diabetologia dell’ Ospedale Maggiore della Carità di Novara e il Diabetes Research Institute (DRI), centro di eccellenza di Miami diretto dal professor Camillo Ricordi, che ha costruito e realizzato la tecnica e le strutture per il trapianto di insule pancreatiche nell'adulto con diabete. Posted in Fabio Braga