Gestione del piede diabetico in accordo con il livello di classificazione del rischio

NON A RISCHIO

  • Concordare con il proprio medico un programma di gestione che includa l’educazione alla cura del piede

A RISCHIO

  • Rispettare regolari visite mediche, in genere ogni 6 mesi (se non diversamente consigliato dal Medico), con il team specializzato nella cura del piede diabetico
  • Durante ciascuna visita verranno:

    • ispezionati entrambi i piedi; garantiti i presidi per la cura dei piedi
    • esaminate le calzature; fornite adeguate raccomandazioni in proposito
    • rafforzati i consigli per la cura quotidiana a domicilio

AD ALTO RISCHIO

  • Rispettare frequenti visite, ogni 3-6 mesi, con il team specializzato nella cura del piede diabetico
  • Durante ciascuna visita verranno:

    • ispezionati entrambi i piedi; garantiti i presidi per la cura dei piedi
    • esaminate le calzature; fornite adeguate raccomandazioni, plantari specifici e calzature ortopediche, se vi è indicazione
    • considerata la necessità di una valutazione o di una presa in carico del diabetico da parte dello specialista vascolare
    • verificate e rafforzale le raccomandazioni alla autocura domiciliare dei piedi
Fonte: Standard Italiani per la Cura del Diabete Mellito

Potrebbero interessarti

  • 13 febbraio 2017Le malattie delle unghieLe malattie che interessano comunemente le unghie (o parti di esse) di mani e piedi possono avere molte cause: infezioni, microtraumi, traumi, psoriasi, dermatiti, eczema, deformità, utilizzo di scarpe incongrue, malattie congenite... Posted in Unghie e onicopatie
  • 19 gennaio 2017AOU Careggi (FI): nuovi ambulatori di Diabetologia, Nutrizione Clinica e ObesiologiaAnno nuovo, Ambulatori Nuovi. Inaugurati il 19 gennaio 2017 all’AOU Careggi di Firenze, consentiranno di assistere oltre 60 pazienti al giorno, dal lunedì al venerdì, ma è in programma l’imminente apertura anche il sabato. Posted in NEWS - 2017
  • 2 febbraio 2017Struttura e funzioni delle unghieLe unghie di mani e piedi sono una particolare varietà di annessi cutanei, localizzati sulla falange distale delle dita. Oltre alla funzione protettiva quindi, esse contribuiscono a dare forza alle dita e agevolano la sensibilità tattile della presa e della motilità fine. Posted in Unghie e onicopatie