Insulina utile anche contro le infezioni batteriche

L’insulina, che fin da quando è stata scoperta nel 1921 è stata considerata solo l’ormone che costituisce il fattore principale nel controllo del livello di glucosio nel sangue, potrebbe diventare uno strumento efficace contro infezioni batteriche come necrosi dei reni e shock, che possono avere conseguenze mortali soprattutto nei pazienti immunodepressi. Diabetes Care ha pubblicato sull’edizione online una ricerca degli endocrinologi dell’Università americana di Buffalo, grazie alla quale hanno scoperto che l’insulina riduce l’infiammazione e lo stress ossidativo provocato da un’infezione; nella ricerca sono stati coinvolti volontari cui sono stati inoculati batteri comuni o una endotossina. La somministrazione d’insulina ha abbassato il punteggio dei dolori corporei ma non la temperatura corporea; l’endotossina ha provocato l’aumento di vari fattori distruttivi e infiammatori. Paresh Dandona, autore della ricerca, ha spiegato che il suo studio «Pone le basi per ulteriori studi sull’infusione d’insulina e la normalizzazione delle concentrazioni di glucosio nel sangue in pazienti con endotossemia e setticemia».

 

 
Fonte: 10 settembre 2010, lastampa.it

Potrebbero interessarti

  • 13 giugno 2017Primi caldi: un vademecum per contrastare il colpo di caloreDurante le giornate afose, in luoghi dove il caldo e l’umidità raggiungono livelli critici, aumentano le probabilità di andare incontro ad un colpo di calore. Vediamone sintomi, primo soccorso e prevenzione. Posted in Viaggi e vacanze
  • 21 giugno 2017Lupus e sole: i consigli per gestire la malattia in estateIl lupus eritematoso sistemico (LES) è una malattia autoimmune, dall’origine ancora incerta, che colpisce soprattutto le donne. Circa il 30% delle persone con LES sviluppano nel tempo una seconda, terza o quarta malattia autoimmune, tra cui è possibile anche il diabete di tipo 1, per quanto raramente (0.6%-1.2%). Posted in Diabete e prurito
  • 6 luglio 2017I.M.L. – Cooperativa Iniziativa Medica LombardaIML, iniziativa no profit, è in grado di offrire ai medici di famiglia tutti gli strumenti necessari per la gestione della cronicità che, da soli, non potrebbero avere. Si occupa della fornitura di strumenti informatici sempre più avanzati e di supporto al telemonitoraggio e alla telemedicina. Posted in Regioni