Movimento e dieta nella Giornata Mondiale del Diabete

Domenica 14 novembre, in occasione della Giornata Mondiale del Diabete, è stato lanciato lo slogan ‘Corriamo più veloci del diabete’, un invito a praticare con regolarità un’attività sportiva e a mantenere una dieta equilibrata per prevenire il rischio di diabete. In Italia l’iniziativa è stata promossa da Diabete Italia: si è svolta in 500 piazze delle principali città e ha avuto come testimonial il maratoneta Stefano Baldini, campione olimpico ad Atene nel 2004. Grazie al lavoro di volontari, medici, infermieri, operatori sanitari e associazioni di pazienti, i cittadini hanno avuto informazioni e consigli e hanno potuto effettuare l’esame gratuito della glicemia. In totale sono stati oltre 160 i Paesi coinvolti nella Giornata del Diabete, a sottolineare quanto sia preoccupante l’aumento di questa patologia che fra vent’anni si prevede possa colpire oltre 438milioni di persone, 55milioni in Europa e quasi tre milioni in Italia; grave anche l’aumento (2,5-3% all’anno) del diabete giovanile che colpisce bambini sempre più piccoli. Per arginare questa vera epidemia e prevenire almeno due casi di diabete su tre, serve movimento, alimentazione sana ed evitare il sovrappeso; per evitare la maggior parte delle complicanze in chi è già malato, serve il controllo regolare della glicemia e lo screening clinico periodico. La camminata sportiva, la corsa, il nuoto, la bicicletta sono esercizi fisici aerobici, i più efficaci, e vanno praticati per almeno mezz’ora, tre volte alla settimana ma senza esagerare, senza farsi venire il ‘fiatone’. In questo modo si diminuisce il rischio di malattie cardiache e ictus.

 

 

 

Fonte: 12 novembre, gazzetta.it

Potrebbero interessarti

  • 6 luglio 2017GST – Cooperativa Gestione Sanità TerritorialeLa cooperativa GST è nata nel 1999 per assistere i Medici di Medicina Generale (MMG) nel loro lavoro offrendo servizi, consulenze e personale, servizi a costi agevolati rispetto a quelli di mercato. Posted in Regioni
  • 30 giugno 2017Sanità lombarda: oltre 3 milioni i pazienti cronici da gestireTra i pazienti seguiti dal medico di famiglia, 1 su 3 presenta almeno una patologia cronica, che richiede un continuo monitoraggio. La recente Delibera della Regione riconosce alla figura del Medico di Medicina Generale (MMG) un ruolo centrale nel nuovo sistema di cure finalizzato alla presa in carico dei soggetti con cronicità. Posted in Regioni
  • 18 settembre 2017Da Cortina a Dobbiaco, in bici con il diabete di tipo 1Con il DT1 si può, anche pedalare insieme. Era questo l’obiettivo della pedalata per persone con diabete di tipo 1, non a scopo competitivo ma per far comprendere come i pazienti insulino-dipendenti possano condurre una vita normale e affrontare qualsiasi sfida, anche in ambito sportivo. Posted in NEWS - 2017