Nei malati di Alzheimer il diabete può rallentare la perdita di memoria

I risultati di uno studio pubblicato di recente sulla rivista Neurology indicano che la presenza di diabete potrebbe essere associata a un di deterioramento cognitivo più lento.
In un gruppo di persone affette dal morbo di Alzheimer è stato infatti osservato che i soggetti con diabete mellito mostravano un ritmo di perdita di memoria inferiore rispetto a coloro che non erano diabetici.
Questo studio prospettico ha coinvolto un gruppo di 608 individui, colpiti dal morbo di Alzheimer a livello lieve o moderato, per un periodo di 4 anni. Due volte all’anno i pazienti venivano sottoposti a prove cognitive di memoria.
All’inizio dello studio il 10.4% dei soggetti aveva il diabete. I pazienti con e senza diabete mostravano risultati simili nel test Mini-Mental State Examination. Ciò nonostante, durante il periodo di monitoraggio, i pazienti diabetici avevano fatto registrare un declino cognitivo più lento rispetto a quello di individui non diabetici.
La diminuzione cognitiva più lenta nelle persone affette sia da morbo di Alzheimer che da diabete mellito potrebbe essere collegata all’utilizzo dei farmaci cardiovascolari, che i pazienti diabetici utilizzano con frequenza.
 

 
Fonte: 19 novembre 2009, Neurology; 73: 1359-1366

Potrebbero interessarti

  • 7 dicembre 2017In Italia, il diabete è tra i temi di salute più ricercati sul webSecondo la 4° edizione del Diabetes Web Observatory, 2017 si ricerca in rete più al Sud, in particolare in Calabria, Puglia, Basilicata. Il 75 per cento delle persone utilizza le app per raccogliere e condividere informazioni sul mondo del diabete, in base all’osservatorio Diabetes Monitor, 6° Ed, 2017. Le persone con diabete sentono di più il bisogno di discutere con il proprio medico […] Posted in Italia
  • 27 settembre 2017L’obesità si associa a un elevato rischio di sviluppare diabete di tipo 2Tale rischio è stato ampiamente sottolineato al Congresso della Società Italiana dell’Obesità (SIO) che si è svolto a Milano il 15-16 settembre 2017 dove un’intera sessione è stata dedicata alla diabesità ovvero la frequente associazione tra obesità e diabete di tipo 2 (DT2). Ma quali sono i pazienti con un più alto rischio di DT2? Posted in Fattori di rischio
  • 27 ottobre 2017Diabete: le novità dei nuovi LEAI nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) sono stati pubblicati sulla G.U. del 18 marzo 2017, Supplemento n. 15 (DPCM 12 gennaio 2017); con tale decreto sono stati ridefiniti il numero e tipo di prestazioni delle quali i cittadini italiani potranno usufruire gratuitamente o a seguito del pagamento di una quota di partecipazione. Posted in Italia