Ridurre il grasso nel sangue per curare il diabete e malattie cardiovascolari

È stato individuato un nuovo metodo per ridurre il livello dei grassi nel sangue manipolando un enzima. Nel corso di esperimenti effettuati su cavie, i ricercatori dell’Università di Alberta (Canada) coordinati dal dottor Richard Lehner, hanno scoperto che diminuendo l’attività dell’enzima Tgh (Triacilglicerolo Idrolasi) si ottengono risultati significativi per abbassare la quantità di grasso nel sangue e migliorare il metabolismo del glucosio.
È stato anche rilevato come le cellule beta del pancreas (che producono insulina) risultassero protette dalla diminuzione o dall’assenza dell’enzima Tgh, contrastando così lo sviluppo del diabete soprattutto fra gli obesi. Inoltre, chi aveva scarso o assente l’enzima bruciava più facilmente i grassi ed era più incline all’attività fisica.
Lo studio dei ricercatori canadesi – pubblicato su Cell Metabolism – conferma che l’eccesso di grasso corporeo e l’obesità (purtroppo in continuo aumento) inducono complicanze come diabete e malattie cardiovascolari; in futuro, secondo il dottor Lehner, questa scoperta potrà consentire la produzione di nuovi farmaci.

 

 
Fonte: 4 marzo 2010, Enhui Wei, Yassine Ben Ali, James Lyon, Huajin Wang, Randy Nelson, Vernon W. Dolinsky, Jason R.B. Dyck, Grant Mitchell, Gregory S. Korbutt, Richard Lehner “Loss of TGH/Ces3 in Mice Decreases Blood Lipids, Improves Glucose Tolerance, and Increases Energy Expenditure”, Cell Metabolism 2010, DOI: 10.1016/j.cmet.2010.02.005

Potrebbero interessarti

  • 28 maggio 2017Diabete giovanile: tutela legale e prospettive terapeuticheDalla sala gremita del Nuovo Teatro Faraggiana di Novara una vera iniezione di speranza per la cura del diabete di tipo 1 e del diabete di tipo 2 (per chi necessita di insulina) nel corso dell’evento organizzato da Agd Novara il 6 maggio 2017. Posted in Fabio Braga
  • 11 agosto 2017Incidenza di diabete e comorbiditàIl rischio di complicanze del diabete è direttamente correlato al buon controllo del diabete stesso. Numerosi studi hanno documentato che migliore è il compenso metabolico del glucosio nel sangue (glicemia) e minore è il rischio di complicanze future. Posted in Italia
  • 6 luglio 2017AGE e glicazione: che cosa sono?Il termine AGE si riferisce a una serie di composti chimici prodotti quando gli zuccheri si combinano con proteine o grassi (glicazione avanzata). Si trovano per esempio sulle superfici dorate o abbrustolite di cibi fritti o grigliati, oppure sul pane tostato. Posted in Carboidrati (zuccheri), Nutrizione