Gli “Orti della Salute” nelle città, per prevenire obesità e diabete

Gli “Orti della Salute” nelle città, per prevenire obesità e diabete

“Il progetto didattico punta a coinvolgere i cittadini, a partire dai più giovani e dalle famiglie, nelle scelte salutari, promuovendo formazione e informazione che mirino a modificare comportamenti inadeguati. L’obiettivo è dare un contributo per prevenire l’insorgere di malattie di grande rilevanza socio-sanitaria come obesità e diabete tipo 2 che pesano sul sistema sanitario e sociale a livello nazionale, regionale e locale”, spiega l’On. Roberto Pella, Vicepresidente vicario di ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani.
Siglato oggi l’accordo di programma tra Health City Institute, ANCI, CittadinanzaAttiva e Cia-Agricoltori Italiani per creare nelle maggiori città italiane gli “Orti della salute”, laboratori mirati alla promozione dei corretti stili di vita, rivolti soprattutto a bambini e adolescenti.

 

Circa il 26 % di bambini/ragazzi (6 -17 anni) ha un problema di eccesso di peso – È quanto emerge da recenti dati Istat. “Secondo Okkio alla Salute, il sistema di sorveglianza su sovrappeso e obesità nei bambini delle scuole primarie, ben il 21,3% dei bambini è in sovrappeso, il 9,3% è affetto da obesità.” dice Andrea Lenzi, Coordinatore di Health City Institute, “I chili di troppo in età infantile aprono la strada al rischio di importanti problemi di salute, che possono manifestarsi anche nel corso dell’adolescenza, nonché compromettere il benessere e la salute nell’età adulta. Vi è inoltre un’alta probabilità che i bambini in sovrappeso di oggi divengano adulti obesi un domani ed è ormai risaputo quanto l’obesità stia assumendo i caratteri di una vera e propria epidemia mondiale”.

 

L’importanza di crescere con un modello di stile di vita sano

“Per contrastare questo fenomeno è necessario promuovere politiche e progetti che rendano i cittadini consapevoli dell’importanza di: · praticare attività fisica, · aumentare il consumo di frutta e verdura e · seguire una corretta alimentazione, · ridurre la concentrazione di sale, zuccheri e grassi negli alimenti, · limitare la quota di alimenti altamente calorici nella dieta, oltre a · scoraggiare altre cattive abitudini come il · fumo di sigaretta e · l’abuso di alcolici”, dice Antonio Gaudioso, Segretario Generale di Cittadinanzattiva.

 

Il progetto “Orti della Salute”

Il progetto vuole coinvolgere le Amministrazione comunali nella creazione di “Orti della salute”, sul modello dell’orto di Michelle Obama promosso alla Casa Bianca, che abbiano come obiettivo quello di fornire a bambini, adolescenti e famiglie informazioni pratiche sulla corretta alimentazione, sulla stagionalità di frutta e verdura, sui rischi connessi a stili di vita poco salutari, sull’importanza dell’attività sportiva e fisica.

 

Per fare l’albero ci vuole il seme, per fare il seme ci vuole il frutto…

Spargere un seme nel terreno preparato a riceverlo simboleggia la promessa di una nutrizione sana e naturale e di una corretta educazione alimentare per tutte le persone che saranno coinvolte nel progetto.
Un’iniziativa che ha un importante valore didattico, quindi, che parlerà di salute, di quanto siano buoni i cibi freschi e di come possano diventare parte di una dieta sana, senza perdere in gusto”, commenta Dino Scanavino, Presidente nazionale Cia-Agricoltori Italiani.

 

Il progetto è ambizioso. Aspettiamo di sapere quali saranno le città con i primi “Orti della salute”.

 

 

 

Potrebbero interessarti

  • 17 luglio 2018Urbanizzazione, benessere, salute: l’insostenibile leggerezza della vita nelle nostre cittàSalute urbana o – meglio – come arrivare a costruire città promotrici di salute e non aggravanti di malattie croniche: un tema di estrema attualità di cui si è discusso anche nell’appuntamento del G7 a presidenza italiana e ripreso nel 2018 dall’11th Italian Diabetes & Obesity Barometer Forum che si è svolto a Roma il 3 luglio 2018. Posted in Italia
  • 27 giugno 2018Caffè: aiuta a ridurre il rischio di sviluppo del diabete di tipo 2Il diabete di tipo 2 (DT2) è in costante aumento nella popolazione. La patogenesi del DT2 è multifattoriale e di non facile comprensione ma sono tantissimi gli studi per individuare lo stile di vita, gli alimenti e le sostanze che possono contribuire a prevenirlo. Il consumo abituale di caffè, alimento dal larghissimo consumo in Italia, sembra favorire un abbassamento del rischio di […] Posted in Acqua e bevande
  • 30 agosto 2018Celiachia ed erogazione gratuita dei prodotti: si cambia, in base al genere e all’etàNuova divisione delle fasce di età, con tetti di spesa più alti per i minori. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di martedì 28 agosto 2018 il nuovo decreto che abroga quello precedente del 2006. Oltre a una nuova divisione delle fasce di età, con differenze tra uomini e donne – il nuovo decreto stabilisce limiti mensili di spesa più alti rispetto al passato per i minori. Ridotti, […] Posted in Diabete e celiachia