Il danno dei piccoli vasi periferici

Le complicanze microvascolari, tipiche del diabete, interessano i piccoli vasi della circolazione periferica (rete capillare, vedi sotto), soprattutto a carico di occhi (retinopatia), reni (nefropatia) e sistema nervoso (neuropatie periferiche).
Molta attenzione ed una cura costante va rivolta al piede, che va incontro a rischi di ulcerazioni anche gravi (che possono ulteriormente complicarsi con gravi infezioni); si tratta del cosiddetto “piede diabetico” che può essere dovuto sia ad una riduzione della circolazione arteriosa che ad alterazioni dirette delle fibre nervose del piede.


Rete capillare
I due sistemi circolatori, arterioso e venoso, sono collegati dai capillari, che formano delle vere e proprie reti la cui densità varia a seconda del tipo di tessuto. Le pareti dei capillari sono permeabili in modo da permettere lo scambio – tra il sangue e le cellule dei tessuti – di sostanze nutritive, di liquidi che trasportano ossigeno e di prodotti di scarto.

reteCapillare

Potrebbero interessarti

  • 10 aprile 2019Com’è cambiato l’approccio al paziente con piede diabeticoDall’attenzione esclusiva alla riduzione del numero delle amputazioni, come obiettivo primario essenziale e dall’iperspecializzazione si è passati a un approccio globale alla prevenzione diagnosi e cura delle complicanze del diabete. Il piede diabetico deve essere infatti gestito da un team multidisciplinare e multiprofessionale integrato, che condivida un progetto di prevenzione, […] Posted in Piede diabetico
  • 3 aprile 2019#6 – Il trapianto è vitaRitornando indietro nel tempo a quei momenti in cui ho - come dico io -  gozzovigliato, senza ascoltare il mio primario, ricordo quando mi disse senza giri di parole: “Guarda che le complicanze prima o poi busseranno alla tua porta”. Avrei dovuto ascoltarlo e invito tutti ad ascoltare i medici perché le complicanze evolvono in modo silente. Solo i controlli le possono evidenziare […] Posted in Fabio Braga
  • 9 maggio 2019Nutraceutici e diabete mellitoUno dei problemi che caratterizza l’utilizzo della dieta come strategia iniziale per ottenere un miglioramento del controllo della glicemia - oltre che dei fattori di rischio cardiovascolare - nei soggetti con pre-diabete o diabete conclamato, è la compliance ovvero l’aderenza del paziente alla dieta, che risulta troppo spesso insoddisfacente, soprattutto nel medio-lungo termine. […] Posted in Nutraceutici