Metformina, dieta e cancro

Metformina, dieta e cancro

Una dieta che abbassi la glicemia insieme all’assunzione di metformina possono far “morire di fame” le cellule tumorali. È quanto emerge dai risultati di una ricerca italiana sostenuta dalla Fondazione AIRC e pubblicata sulla prestigiosa rivista Cancer Cell.

 

Una nuova strategia per combattere il cancro

Un gruppo di ricercatori coordinati dal dr.  Saverio Minucci, Direttore del Programma Nuovi Farmaci dell’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) e Professore Ordinario di Patologia Generale dell’Università degli Studi di Milano (in collaborazione con il gruppo di Marco Foiani, Direttore Scientifico dell’IFOM e Professore Ordinario di Biologia Molecolare dell’Università degli Studi di Milano), ha scoperto un inedito meccanismo molecolare in grado, se attivato, di far morire “di fame” le cellule tumorali.

I risultati della ricerca condotta sia in vitro che in vivo, sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista scientifica Cancer Cell nell’aprile 2019. Si tratta di una nuova strategia per combattere il cancro attaccando il suo metabolismo alterato.

 

I ricercatori hanno scoperto che un’adeguata dieta – che porti a un abbassamento della glicemia, associata alla somministrazione di metformina, innesca una reazione a catena che, coinvolgendo la proteina PP2A (Protein fosfatasi 2A, proteina che nelle cellule dei mammiferi ha la capacità di agire come soppressore tumorale, porta alla morte delle cellule tumorali).

La metformina è un farmaco ben noto per i suoi molteplici effetti terapeutici e ampiamente inserito nelle Linee Guida e utilizzato in tutto il mondo per il trattamento del diabete di tipo 2.
Nello studio sono stati già coinvolti altri centri che avvieranno a breve studi clinici.

Nel corso della sperimentazione clinica dovrà essere confermata la tollerabilità della combinazione e inoltre in via preliminare si dovrà valutare l’efficacia della combinazione di una dieta ipoglicemica e del trattamento con metformina per fermare la progressione del tumore, in aggiunta a terapie già in uso come la chemioterapia.

 

Un duplice punto d’attacco per “affamare” il tumore

Studi precedenti hanno già dimostrato che i pazienti in terapia chemioterapica tollerano bene sia la riduzione della glicemia, sia l’assunzione di metformina.

«Si sa da circa un secolo che il metabolismo è una delle differenze chiave fra la cellula cancerosa e quella sana – spiega Minucci – e quindi deve essere possibile uccidere le cellule malate sfruttando questa differenza.
Ogni cellula usa due processi per generare energia: la glicolisi, che si basa sulla disponibilità di glucosio, e la fosforilazione ossidativa, che può essere inibita con la metformina.
L’obiettivo dello studio è quello di attaccare il metabolismo cellulare mirando al fenomeno della “plasticità metabolica”, vale a dire alla strategia con cui la cellula cancerosa è capace di adattarsi, passando dalla glicolisi alla fosforilazione ossidativa e viceversa, in condizioni di mancanza di nutrimento.
Riducendo i livelli di glicemia con la dieta e somministrando metformina, è stata inibita la plasticità metabolica, determinando così la morte delle cellule tumorali.
Inoltre, è stato valutato il meccanismo dell’effetto sinergico di dieta e metformina

 

L’attivazione della proteina PP2A

Grazie a una dettagliata analisi funzionale a livello molecolare, si è potuto determinare che ciò che fa morire la cellula tumorale è l’attivazione della proteina Protein fosfatasi 2A (PP2A) e del suo circuito molecolare.

«Siamo nelle condizioni di avviare immediatamente studi clinici – conclude Minucci -, e questo passaggio così rapido è molto raro nel passaggio dalla ricerca di base alla clinica, ed è per noi motivo di grande soddisfazione e di aspettativa per gli sviluppi futuri».

 

 

Reference

Elgendy M, Cirò M, Hosseini A, Weiszmann J, Mazzarella L, Ferrari E, Cazzoli R, Curigliano G, DeCensi A, Bonanni B, Budillon A, Pelicci PG, Janssens V, Ogris M, Baccarini M, Lanfrancone L, Weckwerth W, Foiani M, Minucci S – Combination of Hypoglycemia and Metformin Impairs Tumor Metabolic Plasticity and Growth by Modulating the PP2A-GSK3β-MCL-1 Axis. Cancer Cell 2019 Apr 10

 

Potrebbero interessarti

  • 9 aprile 2019La legislazione regionale sul diabeteSecondo quanto emerso dall’indagine della Società Italiana di Diabetologia (SID) condotta a cavallo tra il 2018 e il 2019, anche sotto il profilo degli aspetti legislativi riguardanti la gestione del diabete, esistono profonde differenze tra le singole Regioni Italiane. Questo è vero relativamente a Leggi, Delibere di Giunta Regionale (DGR), Delibere Consiglio Regionale (DCR) e […] Posted in Assistenza e diabete
  • 13 maggio 2019Occhio secco: quando il film lacrimale è alteratoLa sindrome dell’occhio secco (Dry Eye Syndrome, DES) rappresenta secondo l’OMS uno dei disturbi più ignorati e sottovalutati della nostra società nonostante l’ampia diffusione: in Italia, si stima che ne soffra il 90% delle donne in menopausa e il 25% degli adulti over 50 anni. I costi sono elevati e totalmente a carico della popolazione. Secondo le stime di uno studio del 2006, il […] Posted in Complicanze oculari - Retinopatia
  • 8 aprile 2019Accesso ai presidi sanitari per la persona con diabete in ItaliaL’ indagine condotta dalla Società Italiana di Diabetologia (SID), presentata a Panorama Diabete 2019 (Riccione, 8-13 marzo 2019), ha evidenziato una significativa differenza territoriale nella rimborsabilità, nelle modalità di accesso e di distribuzione e nel costo dei dispositivi per il controllo del diabete (reflettometri, strisce reattive, pungidito, aghi da  penna di insulina). Posted in Assistenza e diabete