Il prof. Camillo Ricordi nominato nel nuovo CSS

Il prof. Camillo Ricordi nominato nel nuovo CSS

Il 5 ottobre 2019, la ministra Grillo ha nominato il nuovo Consiglio Superiore di Sanità, il maggiore organismo di consulenza del ministro della Salute. Tra i 30 membri – scelti in base ai titoli scientifici tra «i top italian scientists» – anche il prof. Camillo Ricordi, Direttore del Diabetes Research Institute (DRI) di Miami e il nefrologo Prof. Giuseppe Remuzzi, nuovo Direttore dell’Istituto Mario Negri. Speriamo diano nuovi impulsi alla ricerca scientifica. «La squadra è pronta, abbiamo scelto il top assoluto in totale trasparenza. Il merito sarà la bussola che orienta le nomine», ha detto Giulia Grillo dopo aver firmato il decreto.

 

 

Il professor Camillo Ricordi, un lungo elenco di onorificienze

Il prof. Camillo Ricordi ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tra cui:

  • il Premio Mondiale di Chirurgia Nessim Habif (2001, Università di Ginevra) per aver sviluppato una tecnologia che ha contribuito in modo significativo all’avanzamento di un campo chirurgico.
  • Nel 2002 ha ricevuto il l’Outstanding Scientific Achievement Award dell’American Diabetes Association.
  • Ha anche tenuto la lettura plenaria inaugurale (Galileo Lecture) al Congresso dell’Associazione Europea per il Diabete (EASD) a Roma, nel 2008.
  • Nel 2009 il prof. Ricordi è stato nominato Cavaliere dal Presidente della Repubblica Italiana nel più alto Ordine della Repubblica (l’Ordine al Merito) con la decorazione di Cavaliere Ufficiale.
  • Nel 2010 è stato l’unico chirurgo (e uno dei pochi mai accettati) eletto nella prestigiosa Associazione dei Medici Americani (AAP).
  • Nel 2011 ha ricevuto il D-Life’s Top Award per aver fatto la più grande differenza nel diabete nel 2010 (competizione internazionale con voto pubblico sul web).
  • Nel 2018, il prof. Ricordi è stato inserito nella National Academy of Inventors per aver contribuito a scoperte eccezionali che hanno avuto un impatto tangibile sulla qualità della vita, lo sviluppo economico e il benessere della società. Ricordi è classificato come l’esperto numero 1 al mondo nel trapianto di cellule produttrici di insulina per il trattamento del diabete, tra i più di 4.000 medici, chirurghi e scienziati valutati.

 

Gli studi accademici

Il prof. Ricordi ha completato il liceo scientifico con un punteggio perfetto (60/60) e tutti gli studi universitari e post-laurea con il massimo dei voti e lode a Milano, Italia. Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia e il servizio militare come ufficiale medico nell’aeronautica italiana, si è trasferito alla Washington University di St. Louis, nel Missouri, dove ha ricevuto un NIH Research Trainee Award (1986-1988). Ricordi successivamente ha trascorso quattro anni (1989-1993) con il pioniere dei trapianti, il prof. Thomas E. Starzl, come direttore della sezione trapianti cellulari presso l’Università di Pittsburgh Transplantation Institute. Dal 1993 lavora presso l’Università di Miami (UM) ed è Direttore del Diabetes Research Institute.

 

La ricerca sul diabete di tipo 1

Il prof. Ricordi è riconosciuto come uno dei maggiori esperti al mondo nella ricerca per la cura del diabete, nella processazione e caratterizzazione di prodotti cellulari, e nei trapianti di cellule.

  • E’ noto anche per aver inventato la macchina che ha permesso di isolare un gran numero di isole pancreatiche (contenenti le cellule produttrici di insulina) e per aver eseguito la prima serie di successi negli allotrapianti di isole pancreatiche per il trattamento del diabete. La procedura è ora utilizzata dai laboratori che eseguono trapianti di isole cliniche in tutto il mondo.
  • Nel 2017 è stato completato con successo il primo studio multicentrico FDA Phase 3 finanziato dai National Institutes of Health (NIH). Il consorzio NIH (Clinical Islet Transplantation Consortium) e’ stato presieduto dal prof. Ricordi per oltre un decennio. Ha inoltre sviluppato strategie altamente innovative con l’obiettivo di trapiantare cellule e organi senza il continuo fabbisogno di farmaci anti-rigetto e per curare patologie autoimmuni.
  • Gli interessi di ricerca del prof. Ricordi includono anche la produzione di prodotti cellulari avanzati per applicazioni cliniche e di ricerca, la definizione di strategie anti-infiammatorie e di medicina rigenerativa, per prevenire o curare condizioni malattia croniche degenerative e per prolungare la longevità sana (healthspan).

 

Il prof. Ricordi è stato anche presidente della Cell Transplant Society (1992-1994), co-fondatore e presidente della National Diabetes Research Coalition (Presidente 1997), co-fondatore e presidente (1999-2001) dell’Associazione Internazionale per il Trapianto di Pancreas e di Isole Pancreatiche (IPITA), e membro del consiglio di The Transplantation Society. Ha anche fatto parte del consiglio della American Society of Transplant Surgeons, del gruppo di esperti del National Institutes of Health (NIH-NIAID) sugli approcci clinici per l’induzione della tolleranza, del comitato consultivo della FDA sui modificatori della risposta biologica (biologic modifiers), del Comitato esecutivo NIH / NCRR Islet Cell Resources (ICRs), del comitato di pianificazione strategica NIH-NIDDK e nel gruppo di esperti NIH-NIAID per la ricerca sui trapianti. Ha anche lavorato in diverse gruppi di revisione di progetti di ricerca per NIH, nei campi di Chirurgia, Anestesia e Trauma, per i Centri NIH di Ricerca Clinica (GCRC), per la ricerca innovativa per le piccole imprese, per il consorzio NIH sulla tolleranza immunitaria, oltre a svolgere funzioni di revisore per diverse agenzie di finanziamento internazionali.

 

Il prof. Ricordi è anche presidente del consiglio di amministrazione di ISMETT (Istituto Mediterraneo dei Trapianti e Terapie Avanzate) ed è stato presidente della Fondazione Ri.MED per il periodo 2013-2017.

 

Il prof. Ricordi è attuale presidente della Fondazione Cure Alliance ONLUS, è stato presidente fondatore di The Cure Alliance e presiede la Diabetes Research Institute Federation che promuove collaborazioni internazionali nella ricerca per la cura presso oltre 24 istituzioni leader in tutto il mondo, eliminando le barriere geografiche alla collaborazione scientifica. Queste iniziative consentono ora agli scienziati e ai team di progetto internazionale di sincronizzare gli sforzi e lavorare insieme come se si trovassero nello stesso spazio fisico.

 

Pubblicazioni scientifiche del Prof. Ricordi: 1.048 (Fonte: Research Gate, 20 dicembre 2018); Citazioni: 41,831 e H-index: 95 (Fonte: Google Scholar, 20 dicembre 2018). Come inventore, ha ricevuto 26 brevetti.

 

 

Potrebbero interessarti