Richiesta ad AIFA per la semplificazione del ritiro dei farmaci in DPC

Richiesta ad AIFA per la semplificazione del ritiro dei farmaci in DPC

A cura di Diabete Italia, FAND, AMD e SID

 

Diabete Italia, FAND, AMD, Associazione Medici Diabetologi e SID, Società Italiana di Diabetologia scrivono ad AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco per chiedere la semplificazione del ritiro dei farmaci in DPC, Distribuzione per Conto (DPC, ricetta rossa).

 

Nonostante i provvedimenti degli ultimi giorni volti a limitare gli spostamenti dei cittadini, ad oggi molte persone con diabete sono ancora costrette a recarsi presso gli ambulatori medici per il ritiro della ricetta cartacea necessaria a procurarsi i farmaci erogati dalle farmacie attraverso la Distribuzione per Conto (DPC).

 

La lettera inviata ad AIFA

Per superare questo vincolo, che espone la persona con diabete a diverse occasioni di contagio, Diabete Italia, FAND, AMD (Associazione Medici Diabetologi) e SID (Società Italiana di Diabetologia) si sono rivolte ad AIFA chiedendo la semplificazione delle procedure per il ritiro dei farmaci in DPC (ricetta rossa).

 

Le Associazioni di pazienti e le Società Scientifiche hanno, infatti, chiesto che anche per questi farmaci, e su tutto il territorio nazionale, venga attuato quanto previsto dall’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC n.651 del 19 marzo 2020) in tema di ricetta dematerializzata, con la trasmissione del Numero Ricetta Elettronica – NRE al paziente per via telematica.

 

Scarica la lettera inviata ad AIFA »

 

References

Comunicato stampa SID, 24 marzo 2020

Potrebbero interessarti