Secchezza cutanea

La perdita di elasticità e la secchezza della pelle (in termini scientifici denominata: xerosi) del piede diabetico possono essere conseguenze della neuropatia e dello scarso apporto di sangue, ma si possono sviluppare anche in assenza di condizioni simili.

La pelle può diventare secca anche se si è ha il diabete da poco tempo, e si potrebbe facilmente ritenerla un fastidio poco importante. Tuttavia, la pelle secca e desquamata è molto meno elastica, perché il sudore e gli oli naturali non la proteggono dalla pressione e dagli sfregamenti quando si cammina. E’ spesso accompagnata da prurito che instaura un circolo vizioso, che peggiora con l’età.

Quando la pelle dei piedi è molto secca è più facile che si formino callosità e si laceri (si fissuri) più facilmente attorno agli angoli delle unghie.

 

 

 

Il trattamento idratante ed emolliente

Si può rimediare alla mancanza della naturale idratazione applicando ogni giorno sui due piedi una buona crema emolliente (è consigliabile stenderla anche sulle gambe dove esistono poche ghiandole sebacee e quindi la pelle tende più facilmente a seccare e a screpolarsi).

Gli emollienti (per es. glicerolo, vaselina etc) agiscono aumentando l’elasticità dell’epidermide e ripristinando la funzione di barriera cutanea. Il loro uso regolare consente la reidratazione dello strato corneo e il mantenimento della sua integrità. Una pelle più plastica ed elastica è più confortevole per la persona con diabete; inoltre, si riduce il rischio di rotture o fissurazioni cutanee, porta di ingresso per le infezioni. La crema va applicata delicatamente. E’ importante eliminare l’uso di sostanze chimiche per rimuovere le callosità evitando nel modo più assoluto di tagliarle con lame per il rischio di ferirsi.

 

 

References

– Mendes AL, Miot HA, Haddad V Junior – Diabetes mellitus and the skinAn Bras Dermatol 2017 Jan-Feb;92(1):8-20

– Kim JH, Yoon NY, Kim DH et al – Impaired permeability and antimicrobial barriers in type 2 diabetes skin are linked to increased serum levels of advanced glycation end-productExp Dermatol 2017 Nov 19

– Bustan RS, Wasim D et al – Specific skin signs as a cutaneous marker of diabetes mellitus and the prediabetic state – a systematic reviewDan Med J 2017 Jan;64(1)

– Chinniah N, Gupta M – Pruritus in the elderly – a guide to assessment and managementAust Fam Physician 2014 Oct;43(10):710-3

– Patel T, Yosipovitch G – The management of chronic pruritus in the elderlySkin Therapy Lett 2010 Sep;15(8):5-9

– Sakai S, Kikuchi K et al – Functional properties of the stratum corneum in patients with diabetes mellitus: similarities to senile xerosisBr J Dermatol 2005 Aug;153(2):319-23.

– Flagothier C, Quatresooz P et al – Cutaneous stigmata of diabetes mellitusRev Med Liege 2005 May-Jun;60(5-6):553-9

– Terranova F – Fisiopatologia dell’idratazione cutanea. Tecniche Nuove Ed, Milano, 2006

– Norman RA – Xerosis and pruritus in the elderly: recognition and managementDermatol Ther 2003;16(3):254-9

 

 

Potrebbero interessarti