Un nuovo test del sangue può segnalare il rischio di diabete di tipo 2

La rivista Nature Medicine ha pubblicato una ricerca condotta dal Cardiovascular Research Center del Massachusetts General Hospital nella quale è stato messo a punto un test ematico in grado di predire di qualche anno lo sviluppo del diabete di tipo 2.
Le nuove tecnologie impiegate nel test consentono ai ricercatori di comprendere meglio le primissime alterazioni delle attività metaboliche, segno di diabete in arrivo, ed è applicabile anche ai soggetti sani, individuando così le persone maggiormente a rischio e consentendo loro di contrastare la malattia prima ancora che si manifesti.
Circa 2.400 adulti con livelli normali di glucosio sono stati tenuti sotto controllo per 12 anni al termine dei quali circa 200 avevano sviluppato il diabete di tipo 2; i campioni ematici di questi soggetti, confrontati con quelli che non avevano contratto la malattia, presentavano già all’inizio della ricerca maggiori quantitativo di cinque amminoacidi (isoleucina, leucina, valina, tiroxina, fenilalanina) che sono veicolati nel sangue da diversi processi metabolici.
Per poter trarre conclusioni applicabili su larga scala saranno necessari ulteriori approfondimenti.

 

Fonte 22 marzo 2011, sanihelp.it

Potrebbero interessarti

  • 3 aprile 2018Piede diabetico: a rischio tutte le forme di diabete?Entrambe le forme di diabete, sia diabete di tipo 1 che diabete di tipo 2, quindi possono andare incontro ad ulcerazioni tipiche del piede diabetico, anche se con una genesi del danno diversa. Per questo l’esame dei piedi deve essere attento e scrupoloso in entrambe le forme di diabete. Posted in Piede diabetico
  • 14 aprile 2018Prevenzione Diabete tipo 2: il nuovo account Twitter @AemmediDispensa “pillole” di prevenzione il nuovo account twitter dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD), cofirmataria insieme ad altre società scientifiche della Campagna lanciata dal Ministero della Salute per prevenire il diabete di tipo 2 (DT2); grazie a una dieta sana ed esercizio costante, i soggetti più a rischio possono ridurre del 50% la propria probabilità di diventare diabetici. Posted in NEWS - 2018
  • 28 aprile 2018Potenziale effetto protettivo della metformina nelle donne con diabete di tipo 2 e tumore al senoLa metformina rappresenta la terapia farmacologica di prima scelta nel diabete di tipo 2, da sola o in associazione ad altri antidiabetici, quando le modifiche dello stile di vita (alimentazione ed attività fisica in primis) non siano sufficienti. Oltre all’azione ipoglicemizzante, alla metformina sono state attribuite e documentate numerose altre attività come il miglioramento […] Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali