Diabete tipo 2: zinco riduce rischio nelle donne

Un’elevata assunzione di zinco è connessa ad una netta riduzione del rischio di diabete di tipo 2 nelle donne. Nonostante le prove derivanti da studi su animali del fatto che l’assunzione di zinco possa avere effetti protettivi nei confronti del diabete di tipo 2, finora sono stati condotti pochi studi sull’uomo per confermare questa correlazione: l’ipotesi non è mai stata esaminata finora in uno studio prospettico, ed inoltre sarebbe utile esaminare separatamente l’azione dello zinco derivante dagli integratori da quella dello zinco presente negli alimenti, in quanto il primo è maggiormente biodisponibile. E’ stato dimostrato che una dieta con un elevato rapporto zinco/ferro ematico è significativamente associata ad una diminuzione del rischio di diabete di tipo 2, ma comunque si tratta di dati preliminari che necessitano di conferme in ulteriori studi.

 

 
Fonte: Diabetes Care. 2009; 32: 629-3

Potrebbero interessarti

  • 23 giugno 2017Ciliegie: seducenti, gustose e… ricche di antiossidantiLe ciliegie forniscono acqua, sali minerali, vitamine e antiossidanti (flavonoidi), utili in una patologia cronica come il diabete di tipo 2. Le ciliegie contengono vitamine sia idrosolubili ( C e gruppo B) sia liposolubili e alcuni carotenoidi, in particolare beta-carotene e livelli più bassi di luteina e zeaxantina. Posted in Fibre, frutta e verdura
  • 26 giugno 2017Diabete e osteoporosi: quale correlazione?Un maggior rischio di fratture da osteoporosi è stato riscontrato sia in pazienti con diabete di tipo 1 che diabete di tipo 2 (DT2). Il meccanismo responsabile è particolarmente complesso e non ancora del tutto chiarito. Posted in Diabete e osteoporosi
  • 29 maggio 2017AMD presenta il Core Competence Curriculum del DiabetologoL’AMD presenta, in occasione del XXI Congresso Nazionale AMD, il Core Competence Curriculum del Diabetologo, strumento concreto in grado di favorire l’attuazione di un modello assistenziale integrato in ambito diabetologico in un’ottica di efficientamento delle prestazioni e di appropriatezza prescrittiva. Posted in Linee guida