Diabetici: l’apnea ostruttiva del sonno peggiora il controllo glicemico

Secondo uno studio condotto presso l’Università di Chicago l’apnea ostruttiva del sonno (OSA) sarebbe direttamente correlata a un peggioramento del controllo glicemico in pazienti diabetici di tipo 2. Dopo aver esaminato un gruppo di pazienti con diabete di tipo 2, valutandone la storia medica, i farmaci assunti, l’evoluzione della malattia, l’abitudine all’attività fisica e i livelli di glucosio nel sangue durante il sonno, i ricercatori hanno constatato che in coloro che soffrono di OSA il controllo glicemico risulta molto peggiore, annullando di fatto i benefici della terapia antidiabetica e aumentando, di conseguenza, il rischio di complicanze.
Poiché l’OSA spesso non viene diagnosticata tempestivamente, i pazienti diabetici che rischiano peggioramenti delle condizioni glicemiche sono moltissimi. Alla luce di questa correlazione sarebbe quindi utile identificare prima di tutto il problema di apnee notturne, intervenendo per curarlo e ottenendo così il doppio risultato di proteggere il paziente anche da complicanze legate a scompensi glicemici.

 

 
Fonte: 18 gennaio 2010, lastampa.it

Potrebbero interessarti

  • 9 marzo 2017Approvato in Campania il “Flash Glucose Monitoring”La Regione Campania ha autorizzato la prescrizione del sistema di Monitoraggio Flash del Glucosio - FGM - ai pazienti affetti da Diabete Tipo I e ai pazienti diabetici che eseguono almeno quattro controlli glicemici al giorno come da Delibera della Giunta Regionale n. 98 del 28/02/2017. Posted in Regioni
  • 19 marzo 2017Diabete e osteoporosi: quale correlazione?Un maggior rischio di fratture da osteoporosi è stato riscontrato sia in pazienti con diabete di tipo 1 che diabete di tipo 2 (DT2). Il meccanismo responsabile è particolarmente complesso e non ancora del tutto chiarito. Posted in Diabete e osteoporosi
  • 16 marzo 2017Metformina: confermata terapia di prima linea nel trattamento del diabete tipo 2La metformina rappresenta il golden standard per il trattamento di prima scelta nel diabete di tipo 2 (DT2); quando necessario, la terapia combinata con una o più altre molecole deve iniziare precocemente. Sono alcune delle raccomandazioni inserite in un aggiornato documento sinottico dell’American Diabetes Association (ADA) , pubblicato online su Annals of Internal Medicine, il 14 marzo 2017. Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali