Puntare sull’educazione per ridurre il rischio infarto

Studiare aiuta a prevenire l’infarto. Secondo i ricercatori del Sahlgrenska University Hospital di Goteborg, passare almeno 8 anni tra i banchi ridurrebbe il rischio di essere colpiti da infarto. La motivazione alla base di questa nuova ipotesi è che l’educazione sia la migliore arma di prevenzione contro i fattori e i comportamenti che aumentano il rischio di infarto. È probabile che coloro che hanno un maggiore livello di istruzione siano più consapevoli di quali sono i fattori di rischio da evitare per salvaguardare la salute del proprio cuore e che quindi adottino comportamenti protettivi e salutari.
È necessario quindi puntare sugli anni che i ragazzi trascorrono fra i banchi per insegnar loro abitudini salutari, come ad esempio il mangiar sano, fare sport in modo regolare ed evitare fumo e alcol, tutti insegnamenti che una volta appresi vengono mantenuti più facilmente anche in età adulta, riducendo notevolmente il rischio di patologie legate a stili di vita sbagliati.

 

 

 

Fonte: 17 gennaio 2010, corriere.it

Potrebbero interessarti

  • 30 maggio 2018Gli “Orti della Salute” nelle città, per prevenire obesità e diabete“Il progetto didattico punta a coinvolgere i cittadini, a partire dai più giovani e dalle famiglie, nelle scelte salutari, promuovendo formazione e informazione che mirino a modificare comportamenti inadeguati. L’obiettivo è dare un contributo per prevenire l’insorgere di malattie di grande rilevanza socio-sanitaria come obesità e diabete tipo 2 che pesano sul sistema sanitario e […] Posted in NEWS - 2018
  • 18 maggio 2018I vaccini raccomandati nelle persone con diabetePer la prima volta, le vaccinazioni sono incluse a pieno titolo anche nelle raccomandazioni degli Standard di Cura del Diabete Mellito, le Linee Guida italiane redatte in maniera congiunta dalle due società scientifiche SID e AMD, di cui è stata appena pubblicata la revisione 2018. Posted in Terapia
  • 20 giugno 2018Le vacanze in montagna per chi ha problemi di pressioneLe vacanze di avvicinano e chi ama la montagna non vede l’ora di partire per cimentarsi in passeggiate, escursioni, gite in bicicletta e per godere di panorami mozzafiato tra le vette più alte. Ma è una vacanza adatta a tutti, anche a chi, per esempio è iperteso, con diabete od obesità? Sì, se si mette in pratica il buonsenso e proprio su questo hanno puntato gli Esperti dell’ALT- […] Posted in Movimento