Donne diabetiche: in gravidanza carenza di ferro può aumentare livello HbA1c

I risultati di uno studio condotto press il Kinki Central Hospital di Hyogo, in Giappone, indicano che le donne diabetiche nell’ultimo periodo di gravidanza hanno un livello elevato di emoglobina glicata (HbA1c) ma non alti livelli di albumina glicata, probabilmente a causa di una mancanza di ferro nell’organismo.
Hanno preso parte allo studio 17 donne diabetiche di circa 30 anni tra la 20esima e la 35esima settimana di gravidanza. I ricercatori hanno osservato un livello di emoglobina glicata in media più elevato nelle pazienti più vicine al termine della gravidanza. Sempre nel periodo conclusivo della gestazione i ricercatori riscontravano delle donne una significativa riduzione dell’emoglobina corpuscolare media, della saturazione di ferritina e transferrina e dell’albumina glicata.
Basandosi su questi risultati gli studiosi hanno concluso che le donne in gravidanza, diabetiche e non, devono ricordarsi che nell’ultimo periodo della gestazione rischiano di sviluppare mancanza di ferro e aumento dell’emoglobina glicata. Per contro il livello dell’albumina glicata non viene influenzato dalla carenza di ferro e può quindi rivelarsi un indicatore adeguato per il monitoraggio del controllo glicemico in gravidanza.

 

 
Fonte: 4 marzo 2010, Diabetes Care; 33: 509–511

Potrebbero interessarti

  • 13 luglio 2017Diabete di tipo 1: quali sono i fattori predittivi di insufficienza renale cronica?Pubblicata su Scientific Reports, 12 giugno 2017, una nuova ricerca dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD) che ha coinvolto oltre 2.600 pazienti con diabete di tipo 1 (DT1) seguiti dai Centri di Diabetologia di tutta Italia. Posted in Nefropatia
  • 6 luglio 2017I.M.L. – Cooperativa Iniziativa Medica LombardaIML, iniziativa no profit, è in grado di offrire ai medici di famiglia tutti gli strumenti necessari per la gestione della cronicità che, da soli, non potrebbero avere. Si occupa della fornitura di strumenti informatici sempre più avanzati e di supporto al telemonitoraggio e alla telemedicina. Posted in Regioni
  • 27 giugno 2017Lo studio REMOVALIl trattamento a lungo termine con metformina potrebbe ridurre il rischio cardiovascolare negli adulti con diabete tipo 1: questi i risultati dello studio REMOVAL (REducing with MetfOrmin Vascular Adverse Lesions) presentati alle 77° Sessioni scientifiche dell’American Diabetes Association (ADA 2017).   Posted in Metformina e ipoglicemizzanti orali