Legame tra celiachia e diabete di tipo 1

L’insorgenza della celiachia potrebbe essere determinata da disturbi del sistema immunitario e avrebbe anche relazioni con il diabete di tipo 1 e l’artrite reumatoide.
Questo è l’annuncio pubblicato su Nature Genetics da un gruppo di ricercatori internazionali che hanno condotto uno studio sulla celiachia, malattia autoimmune a carico dell’intestino. I risultati potrebbero consentire la messa a punto di nuovi trattamenti farmacologici. David Heel dell’Istituto Barts and the London School of Medicine and Dentistry (Gran Bretagna) che ha partecipato alla ricerca ha dichiarato: «Ora abbiamo la possibilità di comprendere determinati disturbi immunitari che portano all’insorgenza della celiachia. Tra questi il modo in cui le cellule T reagiscono alle proteine tossiche del frumento, il modo in cui durante l’infanzia la ghiandola timo elimina queste stesse cellule e il modo in cui l’organismo reagisce alle infezioni virali. Molti di questi fattori di rischio di natura genetica alterano la quantità di questi geni del sistema immunitario prodotti dalle cellule. Dai risultati della ricerca si può anche supporre che la celiachia sia causata da centinaia di fattori di rischio di natura genetica e al momento siamo in grado di intuirne circa la metà».
La cieliachia è provocata dall’intolleranza al glutine, sostanza presente in vari cereali come frumento, orzo e segale e causa la riduzione dell’assorbimento delle sostanze nutritive; è abbastanza diffusa: in Europa e negli Stati Uniti colpisce circa una persona su 300. La malattia può insorgere fin dallo svezzamento, quando i neonati iniziano ad assumere alimenti a base di cereali; gonfiore addominale, stitichezza e astenia sono tra i sintomi principali ma la celiachia è anche associata ad alcuni problemi della tiroide e alla rettocolite ulcerosa, patologia infiammatoria dell’intestino. A lungo andare, e se non è diagnosticata e curata, può causare anemia, calo ponderale, la sindrome da stanchezza cronica e l’atrofia ossea. I malati di celiachia traggono beneficio dall’eliminazione dalla loro alimentazione di tutti i prodotti contenenti glutine, come pane e pasta.

 

 
Fonte: 4 marzo 2010, salute.agi.it

Potrebbero interessarti

  • 25 novembre 2016L’Uruguay e l’arrivo in BrasileL'Uruguay è probabilmente lo stato meglio sviluppato del Sudamerica. La qualità del cibo è ottima, almeno a giudicare da quello che vedevo nei mercati e nei ristoranti, ma i costi mi hanno costretto a cucinare praticamente sempre da solo in ostello. Posted in Trip Therapy Blog Claudio Pelizzeni
  • 2 novembre 2016DT1: Tre riflessioni sul trapianto di pancreas o di isoleNel corso di un recente incontro organizzato da AGD Bologna al Policlinico Sant’Orsola, il 24 ottobre 2016, abbiamo ascoltato l’intervento del Dott. Giacomo Lanzoni, del team del Prof Luca Inverardi e Camillo Ricordi, Diabetes Research Institute, University of Miami. Posted in Ricerca scientifica
  • 12 gennaio 2017Piemonte: la nuova Rete Territoriale Endocrino-DiabetologicaIl dottor Alessandro Ozzello, Presidente della Sezione AMD Piemonte-Valle D’Aosta e direttore del Servizio di Diabetologia Ospedale Pinerolo Asl Torino 3, commenta le trasformazioni del modello esistente, in seguito all'approvazione della Delibera della Giunta Regionale, n. 27-4072 del 17.10.2016 e illustra i cambiamenti positivi per la presa in carico di persone con diabete mellito. Posted in Regioni