Legame tra celiachia e diabete di tipo 1

L’insorgenza della celiachia potrebbe essere determinata da disturbi del sistema immunitario e avrebbe anche relazioni con il diabete di tipo 1 e l’artrite reumatoide.
Questo è l’annuncio pubblicato su Nature Genetics da un gruppo di ricercatori internazionali che hanno condotto uno studio sulla celiachia, malattia autoimmune a carico dell’intestino. I risultati potrebbero consentire la messa a punto di nuovi trattamenti farmacologici. David Heel dell’Istituto Barts and the London School of Medicine and Dentistry (Gran Bretagna) che ha partecipato alla ricerca ha dichiarato: «Ora abbiamo la possibilità di comprendere determinati disturbi immunitari che portano all’insorgenza della celiachia. Tra questi il modo in cui le cellule T reagiscono alle proteine tossiche del frumento, il modo in cui durante l’infanzia la ghiandola timo elimina queste stesse cellule e il modo in cui l’organismo reagisce alle infezioni virali. Molti di questi fattori di rischio di natura genetica alterano la quantità di questi geni del sistema immunitario prodotti dalle cellule. Dai risultati della ricerca si può anche supporre che la celiachia sia causata da centinaia di fattori di rischio di natura genetica e al momento siamo in grado di intuirne circa la metà».
La cieliachia è provocata dall’intolleranza al glutine, sostanza presente in vari cereali come frumento, orzo e segale e causa la riduzione dell’assorbimento delle sostanze nutritive; è abbastanza diffusa: in Europa e negli Stati Uniti colpisce circa una persona su 300. La malattia può insorgere fin dallo svezzamento, quando i neonati iniziano ad assumere alimenti a base di cereali; gonfiore addominale, stitichezza e astenia sono tra i sintomi principali ma la celiachia è anche associata ad alcuni problemi della tiroide e alla rettocolite ulcerosa, patologia infiammatoria dell’intestino. A lungo andare, e se non è diagnosticata e curata, può causare anemia, calo ponderale, la sindrome da stanchezza cronica e l’atrofia ossea. I malati di celiachia traggono beneficio dall’eliminazione dalla loro alimentazione di tutti i prodotti contenenti glutine, come pane e pasta.

 

 
Fonte: 4 marzo 2010, salute.agi.it

Potrebbero interessarti

  • 10 luglio 2017Peptide C: che cos’è e che cosa misuraIl C-peptide viene considerato un indicatore di secrezione di insulina endogena da parte delle cellule beta del pancreas. I livelli di C-peptide si correlano sia al tipo di diabete che alla durata della malattia. Posted in Capire gli esami
  • 21 giugno 2017Lupus e sole: i consigli per gestire la malattia in estateIl lupus eritematoso sistemico (LES) è una malattia autoimmune, dall’origine ancora incerta, che colpisce soprattutto le donne. Circa il 30% delle persone con LES sviluppano nel tempo una seconda, terza o quarta malattia autoimmune, tra cui è possibile anche il diabete di tipo 1, per quanto raramente (0.6%-1.2%). Posted in Diabete e prurito
  • 3 maggio 2017MicroalbuminuriaLa presenza di piccole quantità di albumina nelle urine (microalbuminuria) può comparire negli stadi molto precoci della nefropatia diabetica e può fungere da campanello d’allarme per questa temibile complicanza. Posted in Capire gli esami