Prediabetici: controllare glicemia post-carico per evitare problemi cardiovascolari

Il test della glicemia a digiuno permette di individuare alterazioni nella tolleranza al glucosio e di conseguenza capire se il paziente esaminato sia o meno in una condizione di prediabete.
Alcuni studiosi hanno di recente affermato che controllare il livello di iperglicemia post-carico sia il modo migliore per conoscere il rischio effettivo di malattie cardiache che questi pazienti corrono, poiché sembra essere ormai consolidata la teoria per cui alti livelli di PCH (iperglicemia post-carico) siano associati a una più alta incidenza di arteriosclerosi, trombosi e mortalità per malattie cardiovascolari.
Resta ancora da stabilire se intervenendo per diminuire e mantenere sotto controllo il livello della glicemia in questi soggetti si possano ridurre anche i rischi di disturbi cardiocircolatori.

 
Fonte: Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism online, 13 marzo 2009

Potrebbero interessarti